SCOPRILIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
SCOPRILIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Lifestyle maschile
IL - Idee e lifestyle del Sole 24 OREIL - Idee e lifestyle del Sole 24 ORE

IL - Idee e lifestyle del Sole 24 ORE

Settembre 2018

IL - Idee e Lifestyle del Sole 24 ORE è un mensile di nuova concezione, centrato sulle idee, sull'attualità, sulla cultura e sulle nuove tendenze.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Il Sole 24 ORE S.p.a.
Read Morekeyboard_arrow_down
SPECIALE: 40% di sconto sul tuo abbonamento
COMPRA NUMERO
1,86 €(Incl. VAT)
ABBONATI
16,54 €9,92 €(Incl. VAT)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 min.
vivere il presente

La verità si nasconde tra le righe. E se invece non esistesse la verità? Meglio tardi che presto. E se valesse la pena di prendersi tutto il tempo che serve? La fortuna aiuta i fortunati. E se gli audaci fossero quelli che si fidano della loro buona stella? Non è detto che la logica sia sempre la via migliore. La ragione è sopravvalutata, non è necessario trovare un senso a tutto quel che si può creare. A volte conviene semplicemente realizzare i propri sogni. C’è una sola regola: abbattere i luoghi comuni. Visto attraverso le lenti Persol, l’ordinario non è poi così scontato. La visione si ribalta. Tra quotidianità e straordinarietà, tradizione e progresso, c’è sempre una terza via: pensare con la propria testa, guardare con i propri occhi.…

access_time4 min.
questi bistrot sono patrimonio di tutti

«Presto! Presto! Una vodka, un bicchiere di vino!», urlavano gli assetati cosacchi che nel 1814 avevano occupato Parigi ai garçons dei caffé e delle taverne. E “presto”, in russo, si dice bystro, parola che i francesi, per assonanza, storpiarono in “bistrot”. Così narra la leggenda. Due secoli dopo, questi luoghi che hanno contribuito a costruire la fama della Ville Lumière potrebbero diventare patrimonio dell’Umanità. Il più grande sindacato dei ristoratori, la GNI-Synorcat, ha già preparato il dossier per il riconoscimento Unesco da consegnare al Ministero della Cultura.C’è chi in questa scelta intravede il rischio di una museificazione, chi un escamotage per riconquistare i turisti spesso scottati dalla proverbiale scortesia dei camerieri francesi; molti altri, invece, hanno accolto con favore la possibilità di un riconoscimento ufficiale per quelli che Balzac…

access_time1 min.
poteri deboli

Al loro arrivo al vertice della Cassa depositi e prestiti (Cdp), Claudio Costamagna e Fabio Gallia avevano ricevuto da Matteo Renzi l’incarico di mobilitare decine di miliardi di risorse pubbliche per far crescere l’economia e il Pil. Non sappiamo se i due ex banchieri, usciti di scena il 24 luglio, siano riusciti in questo sforzo titanico. Possiamo però affermare che almeno un obiettivo di crescita l’hanno ottenuto, far aumentare l’organico della società pubblica. Costamagna e Gallia sono arrivati il 10 luglio 2015. Dai bilanci sappiamo che alla fine del 2014 la Cdp aveva 597 dipendenti (escluse le partecipate). A fine 2017 erano aumentati a 741. Cioè 144 in più in tre anni (+24%). Sono aumentati soprattutto i dirigenti, da 47 a 80 (+70%), i quadri direttivi da 244 a…

access_time1 min.
duty free

Qualche numero fa, abbiamo accennato al Sud America e all’importanza dei cosiddetti “border shop”, i negozi di frontiera. Quando pensiamo a queste realtà, specialmente in quell’area del mondo, immaginiamo punti vendita di piccole-medie dimensioni, non particolarmente curati e molto affollati. Non è certo il caso del Duty Free Shop Puerto Iguazú, nei pressi delle famose cascate omonime, un mall di nuova generazione che genera 350 milioni di dollari d’incasso all’anno. Il 60 per cento dei clienti sono brasiliani che attraversano il confine con l’Argentina per approfittare dei prezzi e comprare Tax Free. Il mall è di proprietà della London Supply, gruppo a cui fa capo una fondazione benefica, che ha donato alla città un complesso scolastico destinato a 200 ragazzi, per accompagnarli dalla scuola materna fino ai 18 anni.…

access_time3 min.
l’aeroporto-discoteca fa litigare berlino

Berlino resta Berlino anche senza controcultura? Per rispondere a questa domanda, con una certa sorpresa, occorre partire da un aeroporto. Prima dell’estate, ha fatto molto rumore il sopralluogo allo scalo di Tegel di due autorità cittadine: Klaus Lederer, il ministro della cultura, e Lutz Leichsenring, della Club Commission, una sorta di assessore alla vita notturna. Dove ora sorgono le torri di controllo, l’enorme hangar e la sala insonorizzata in cui vengono provati i motori dei jet, nel 2020, quando l’aeroporto chiuderà, dovrebbero essere allestite venues per esibizioni dal vivo, studi di registrazione, mostre e performance di giovani artisti. In pratica, il Paese dei Balocchi di ogni creativo, il “club di tutti i club”.C’è un solo, non piccolo, problema: i duri e puri della scena berlinese non vogliono nemmeno sentirne…

access_time2 min.
finirai sottoterra, anidride carbonica

Trasformare l’anidride carbonica in una risorsa da utilizzare, piuttosto che rilasciarla in atmosfera (aumentandone la concentrazione) e combattere il riscaldamento globale. È la promessa della CCUS (CO2 Capture, Use and Storage), una tecnologia che permette di “catturare” la CO2; una volta imprigionato, il gas può essere usato come risorsa, per esempio in abbinamento alle rinnovabili, per la produzione di combustibili sintetici; la parte residua, infine, può essere compressa, diminuendone notevolmente il volume, e confinata per sempre in formazioni geologiche profonde almeno mille metri.A oggi, il confinamento è avvenuto per lo più in mare, ma gli esperti stanno ora pensando a zone sulla terraferma. Proprio in Italia, nella zona del Sulcis, ai margini sudoccidentali della Sardegna, sarà ospitato uno dei pochi progetti pilota europei in quest’ambito: «È un’area che presenta…

help