ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Cibo e Vino
La Prova del Cuoco MagazineLa Prova del Cuoco Magazine

La Prova del Cuoco Magazine Nr. 164

La Prova del Cuoco Magazine è una guida pratica e funzionale dedicata agli appassionati di cucina, adatta sia a chi è alle prime armi sia a chi vuole affinare le proprie tecniche e/o sperimentare nuove soluzioni gastronomiche. Il magazine fornisce tutti i consigli per avere sempre una tavola ricca di prodotti sani, ben preparati e presentati per una cucina quotidiana e per stupire gli ospiti dal palato fine. Tutto come nella nota trasmissione TV, con la collaborazione dello staff e degli chef del programma, ma con tanti contenuti in più e con il vantaggio di averli sempre, comodamente, a portata di mano.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Edizioni Master Spa
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
0,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
14,40 €(VAT inclusa)
24 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
il natale più buono che ci sia!

Ebbene sì, la magia a volte può dimorare anche tra i fornelli di casa. Per averne la riprova, non occorre far altro che chiudere gli occhi, assaporare una tra le tante ricette di questo meraviglioso numero e lasciare che la memoria ci porti d’incanto indietro nel tempo, sommergendoci di ricordi dei nostri Natali passati. Momenti indimenticabili, eppur celati nei meandri della nostra mente e che torneranno vividissimi, magari, con una semplice forchettata dei miei tajarin al tartufo, o assaggiando il cappone alle castagne, o ancora con una bella fetta di panettone al bunet. E non finisce qui: la cosa ancor più magica del cucinare per i nostri cari, soprattutto durante le feste natalizie, è che siamo liberi di creare tanti nuovi ricordi insieme, degustando felicemente tutte le nuove bontà che…

access_time7 minuti
broccolo il fiore dell’inverno

Esperto di prodotti della terra, gestisce l’agriturismo "Il Casalone". Il suo ultimo libro è “Vita da gnomi - Nutrimento del corpo e dello spirito” (ed. Shalom). I broccoli appartengono alla famiglia dei cavoli: la forma richiama quella del cavolfiore, ma hanno colore verdognolo e infiorescenze più piccole e più ramificate (staccate) di quelle del cavolfiore, mentre le foglie esterne sono più lunghe e numerose. La qualità più gustosa è quella prodotta nella zona dei Castelli Romani, che però ha vita più breve delle altre: infatti alla fine di gennaio perde ogni gusto. Molto celebrati sono poi il verde di Sicilia e il calabrese. In Veneto, poi, si coltiva un broccolo speciale, il fiolaro, che si distingue per il tipo di ramificazione, ha foglie lunghe e una piccola infiorescenza, compatta e carnosa.…

access_time7 minuti
vigilia con i tuoi

Dunque, vediamo: abete agghindato, tac… schieramento pastorelli, tac… servizio buono impilato, tac… tavolo allungato, taaac! Sì, ci siamo. Non resta che mettersi ai fornelli. Quest’anno, il menu della vigilia di Natale è semplice – procedimenti essenziali, ingredienti pochi e buoni – ma assolutamente non banale e con tanto calore famigliare. Si inizia col classico gratin, ma impreziosito dalle cappesante con una panatura “insolita”. A metà fra cannelloni e lasagne, le rosette di Alessandra Spisni sono vere e proprie spirali di gusto. Il baccalà non può mancare sulla tavola delle feste, ovviamente lo abbiamo sposato con la cipolla, ma suggellando le nozze con l’aureo zafferano. Pensando al contorno, ci è poi venuta un’idea “bislacca” (in senso buono): perché non sostituire l’insalata con un elegante e soffice sformatino da gustare freddo? Bella…

access_time5 minuti
a natale cucinoio!

Non so come, sarà la magia di questi giorni meravigliosi, ma è come se la bontà che si accende nei nostri cuori, a Natale, finisca in ogni piatto che cuciniamo. Dev’essere quello l’ingrediente (non troppo) segreto che rende ogni morso un’esperienza così felice che quelle stesse pietanze, se le prepari allo stesso modo in un giorno qualsiasi dell’anno, non hanno lo stesso sapore. La mia proposta inizia con dei pasticcini salati che, come dice il nome, “voleranno” via in un nonnulla! Li porto in tavola con una sempre goduriosa insalata russa. Solo due ingredienti per condire i tajarin fatti in casa che seguiranno, ma quanta poesia! Il cappone farcito è il “dono” che tutti attendono, fin dal momento in cui si prende posto a tavola. Non può mancare. E per…

access_time7 minuti
la festa continua!

Sarà l’aria, sarà la vicinanza dei nostri familiari e amici, ma durante le feste l’appetito raddoppia. Così, anche a Santo Stefano indossiamo, infaticabili, il grembiule e mettiamoci ai fornelli per confezionare tanti nuovi piatti d’occasione. Goderecci all’ennesima potenza, sono perfetti per chiudere i menu delle feste natalizie… ovviamente in attesa del cenone dell’ultimo dell’anno! Cannoli fritti di spalla cotta Difficoltà Bassa Pronto in 50 min. + 4 ore Ingredienti 300 g di spalla cotta in un sola fetta Per la pasta: 200 g di farina 00 | 200 g di amido di mais | Un bicchiere di vino bianco | Acqua | Una noce di burro | Lievito di birra 15 gr | Sale Per la salsa: Un kg pomodori rossi | 600 g di zucchero | 500 ml di aceto bianco…

access_time3 minuti
14 giorni 14 idee

Veloci per tutti i giorni Gourmand per la domenica Mercoledì 5 dicembre Cavatelli con radicchio, noci e pecorino di fossa Difficoltà Bassa 1. Per 2 persone, tagliamo finemente un cespo di radicchio e rosoliamolo in padella con una noce di burro, un pizzico di sale e un goccio di vino passito. 2. Per la fonduta, scaldiamo 2 bicchieri di panna fresca. Poi grattugiamo 150 g di pecorino di fossa e frulliamolo con la panna calda per ottenere una crema. 3. Facciamo caramellare in un pentolino 50 g di noci sgusciate in un po’ di miele. Lessiamo 200 g di cavatelli freschi (vedi box) scoliamoli e saltiamoli in padella col radicchio. Serviamoli con le noci caramellate e la fonduta alla base del piatto. I cavatelli fatti in casa Impastiamo 200 g di semola di grano duro con acqua…

help