ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Casa e Giardino
Marie Claire Maison ItaliaMarie Claire Maison Italia

Marie Claire Maison Italia

Ottobre 2019

Un giornale da abitare. Uno stile da vivere. MC Maison è il magazine internazionale che racconta le case come un riflesso dello spirito creativo delle persone che le vivono. Ma non solo.. E’ un universo “caldo” in cui convivono lifestyle, design e charme, raccontati con eleganza e semplicità.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
HMC IITALIA SRL
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
2,98 €(VAT inclusa)
ABBONATI
16,99 €(VAT inclusa)
10 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time2 minuti
marie claire maison italia

HMC ITALIA SRL VIA R. BRACCO, 6 20159 MILANO Direttrice responsabile CINZIA FELICETTI cfelicetti@hearst.it Redazione print & digital ELENA VAGHI (Caporedattrice) evaghi@hearst.it DANILO ASCANI dascani@hearst.it CRISTIANA CECI cceci@hearst.it PATRIZIA PICCININI ppiccinini@hearst.it Redazione grafica GERMANO PONTEVICHI (Caporedattore) gpontevichi@hearst.it BARBARA VARETTO (Caposervizio) bvaretto@hearst.it SILVIA M. REPPA sreppa@hearst.it Segreteria e produzione FRANCA BOCCOLI fboccoli@hearst.it Collaboratori Eva Bettin, Cristina Bisognin, Chiara Chiapparoli, Chiara Corridori, Francesca Davoli, Mariacristina Ferraioli, Emauela Mastropietro, Rita Ferrauto, Beba Marsano, Cristina Nava, Giacomo Nicolella Maschietti, Bruno Tarsia. Fotografi Matteo Carassale, Fabrizio Cicconi/Living Inside, Lisa Cohen/Living Inside, Felix Forest/Living Inside, Gianni Franchellucci, Lorenzo Pennati. Marie Claire Maison è un marchio registrato di Marie Claire Album s.a., France, in licenza a HMC ITALIA Srl, una società del gruppo Hearst Magazines Italia Tutti i diritti di riproduzione e di proprietà letteraria e artistica riservati Publishing Director Decoration Brands Roberta Battocchio rbattocchio@hearst.itSenior Brand Manager Francesca Scarpelli fscarpelli@hearst.itBrand Manager Luana Bescapè lbescape@hearst.it Consiglio di Amministrazione Arnaud De Contades (P) Giacomo Moletto (AD)Amministratori: David Franklin Carey, Marcello Sorrentino,Jean Marie…

access_time1 minuti
la casa interiore

La nostra società santifica il ritmo incalzante, la velocità turbinosa, il feedback immediato. Chi si ferma è perduto, anche a costo di seminare sul suo cammino errori madornali dettati dalla celerità. Ed ecco che rallentare, ponderare, aspettare la maturazione del momento propizio per l'azione si configura quasi come una forma di resistenza passiva o, comunque, una faticosa nuotata controcorrente. La difficoltà deriva anche dal fatto che l'attesa non fa parte della natura umana. Reagire prontamente − scegliendo tra le due opzioni attacco o fuga − rappresentava infatti nella preistoria l'unico modo per mettersi in salvo dai pericoli (animali feroci, calamità naturali, attacchi nemici). L'economista tedesco Holm Friebe sottolinea invece il valore della strategia rispetto all'urgenza febbrile, quest'ultima generata spesso dal timore di essere battuti sul tempo dall'avversario. E ha elaborato…

access_time5 minuti
reality show

CLIMA, CONFLITTI, MIGRANTI: A LODI LA FOTOGRAFIA D’AUTORE PUNTA SULL’IMPEGNO Al via la decima edizione del Festival della fotografia etica, rassegna internazionale che punta l'obiettivo sui flussi migratori, sulle proteste politiche per i diritti umani e i danni provocati dai cambiamenti climatici negli ultimi decenni. Tra i tanti scatti in mostra quelli del tedesco Emile Ducke – con il suo reportage su un convoglio medico che attraversa la Siberia – e le opere dell'italiano Marco Panzetti (Bergamo, 1981), attento osservatore delle etnie in fuga dai territori infiammati da pesanti conflitti socioeconomici (qui, la sua Future Life, 2016). Festival della fotografia etica. Varie sedi, Lodi. Dal 5 al 27/10. festivaldellafotografiaetica.it POSA ESTATICA MARINA ABRAMOVIC Pinacoteca Ambrosiana, Milano. Dal 18/10 al 31/12 Nella Sala Sottofedericiana all'Ambrosiana il ciclo di video The Kitchen. Homage to Saint Therese…

access_time3 minuti
red carpet

Da sinistra, panca della coll. Palmo, con seduta dal rivestimento morbido contrapposto alla struttura solida, di Cantarutti, cm 130x46x42h, da €698. Scatola in plexiglas trasparente, M. Paolillo Materie Plastiche, cm 25x25x10h, e lampada da tavolo in acciaio verniciato rosso Eclisse, design Vico Magistretti, Artemide, cm 12Øx18h, €160 (due anche a destra). Tappeto ovale in microfibra Queen, Sitap, cm 200x300, €435. Sullo sfondo, posizionato in verticale, pouf a forma di lente Lunella, in poliuretano flessibile con basamento portante, Baleri Italia, cm 59Øx19h, €231; vaso in acciaio verniciato Ferrosecco, Federica Elmo, cm 35x41h. Poltroncina dallo schienale avvolgente Isabelle, Meridiani, cm 70x71x67h. Vaso in acciaio e rame Ekster, Suprematic Collection, dalle forme geometriche che funzionano come divisori per i fiori, Noom, cm 19,5x14,5x39h, €290. A muro e in alto, forme in plexiglas trasparente,…

access_time1 minuti
sciarada

access_time3 minuti
ingegno à la carte

SCENOGRAFICHE WALLPAPER DUETTANO CON IL CEMENTO GREZZO. LEGGIADRIA VERSUS POTENZA, IN SUBLIME EQUILIBRIO Quando – a inizio carriera – lavorava come fotografo, Christian Benini realizzava in studio degli immensi, stupefacenti fondali. E non ha più smesso. Nel 2005, infatti, ha fondato Wall&decò, azienda di carte da parati di cui ha mantenuto salda l'art direction anche dopo l'acquisizione, nel 2018, da parte del gruppo svedese WallVision. Il marchio ha sancito una rivoluzione, con uno stile fatto di macroimmagini teatrali e seducenti, fino a giungere all'ultima evoluzione di intarsi, incisioni e trame tridimensionali a effetto bassorilievo. «È davvero entusiasmante vedere crescere il brand, in un percorso di ricerca progettuale: l'espressione più alta del mio sconfinato amore per l'architettura e il design», confida. Nelle scenografie di Christian «decorazione e materia si compenetrano, in un…

help