Mondadori Scienza S.p.A.

shopping_cart_outlined
category_outlined / Scienza
Focus D&RFocus D&R

Focus D&R Primavera 2017

Focus Domande e Risposte è la rivista interamente dedicata alle domande più curiose, intelligenti, imbarazzanti, ma non impossibili. Permette di accostarsi in modo originale e immediato alla conoscenza scientifica con domande mai scontate, rapidità di lettura e divertimento. Tra i contenuti: notizie scientifiche, risultati di ricerche in tutti i campi, ma anche tematiche più leggere, curiose e ironiche e tante notizie legati a temi di attualità e di forte impatto.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
3,99 €(Incl. tax)
ABBONATI
9,99 €(Incl. tax)
4 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
gli chef hanno un cervello particolare?

Sì, a dirlo una ricerca dell’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibfm-Cnr) di Catanzaro, secondo la quale gli chef hanno un cervelletto più sviluppato rispetto a chi svolge altri lavori e simile invece a quello degli scacchisti, dei musicisti e degli sportivi. COORDINAMENTO. Nello studio, 11 chef sono stati sottoposti a test neuropsicologici e a una risonanza magnetica: è emerso che il loro cervelletto (la parte del cervello che interviene nella coordinazione motoria e nella programmazione cognitiva dei movimenti) presenta un aumento di volume legato al numero di persone che compongono la brigata di cucina e alle abilità nello svolgere gesti complessi: «In pratica, più persone lo chef deve coordinare, più sarà veloce a programmare nella mente le azioni che dovrà compiere nel tempo, più il…

access_time1 minuti
editore

“DI piamo CIBO , d’altra PARLANO parte se TUTTI questo . Lo accade sapun motivo c’è: come dice un proverbio cinese, “Mangiare è uno dei quattro scopi della vita. Quali siano gli altri tre, nessuno lo ha mai saputo”. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare questo numero speciale di Focus D&R interamente all’alimentazione, avvalendoci anche della collaborazione del Food & Science Festival di Mantova (a pag. 31). Ovviamente, l’abbiamo fatto a modo nostro, cercando di rispondere per voi alle domande più interessanti, curiose e divertenti. Scoprirete così che sapore aveva la carne di dinosauro (pag. 7), o che nel 1965 nello spazio fu contrabbandato un panino al manzo salato (pag. 82)... Buona lettura (e buon appetito)!”…

access_time1 minuti
perché i gatti sono così esigenti col cibo?

Perché percepiscono in modo diverso il gusto dell’amaro: questa la conclusione cui sono giunti i ricercatori di due aziende americane, che hanno pubblicato il loro studio su Bmc Neuroscience. Concentrandosi su due recettori presenti sulla lingua umana e felina, gli studiosi hanno sottoposto a uomini e gatti sostanze più o meno amare, valutando le diverse capacità di distinguere i gusti. ATTENZIONE, VELENO! I dati hanno evidenziato che i gatti hanno la capacità di percepire (e rifiutare) le sostanze amare già a concentrazioni molto basse, risultando così particolarmente schizzinosi ed esigenti con il cibo. Questa sensibilità permette ai felini di accorgersi se un cibo contiene o meno sostanze velenose, caratterizzate spesso da un sapore amaro.…

access_time1 minuti
che sapore avevano i dinosauri?

Alcuni esperti hanno cercato la risposta considerando il loro stile di vita, che negli animali determina il tipo di carne, rossa o bianca. La prima è fatta principalmente da fibre muscolari lente, adatte a una attività prolungata. La carne bianca invece è costituita per lo più da fibre rapide, per movimenti repentini. Secondo David Varricchio, paleontologo all’Università del Montana (Usa), la carne del collo del brachiosauro (sauropode erbivoro) era rossa, visto che passava tutto il giorno con il collo in tensione; poteva avere il sapore di una bistecca. Anche l’alimentazione influisce sul gusto: probabilmente il tirannosauro mangiava anche carogne, il che rendeva le sue costine poco appetibili.…

access_time1 minuti
una balena può ingoiare un uomo?

NO Le balene non sono in grado di inghiottire persone, anche se esempi letterari direbbero il contrario. La Bibbia narra che il profeta Giona rimase per “tre giorni e tre notti nel ventre di una balena” (Giona 2:1-3) e la stessa sorte è toccata a Geppetto e Pinocchio. Entrambi frutto di errori di traduzione: nella versione originale il Vecchio Testamento cita un “grande pesce” (in ebraico dag gadòl), e nel libro Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino a inghiottire i due protagonisti è un pescecane. La balena fu un’idea successiva della Disney. PICCOLE PREDE. In realtà, megattere, balene franche e altre specie hanno gole e stomaci stretti e inghiottono solo pesciolini, polpi, krill e crostacei, filtrati attraverso i “fanoni”, lamine di cheratina che sbarrano parzialmente la bocca. Persino il…

access_time1 minuti
come si nutrono le formiche?

Alcune formiche hanno un modo particolare per alimentarsi: si danno un “bacio”, scambiandosi il cibo. Nutrono così anche le larve, definendo in tal modo, inoltre, il ruolo sociale che queste avranno nella colonia. Lo rivela uno studio dell’Università di Losanna: il team ha analizzato i fluidi che si scambiano le formiche carpentiere della Florida durante il “bacio alimentare”, un processo detto “trofallassi”, in cui il cibo è rigurgitato e condiviso. Questi fluidi contengono sostanze capaci di controllare il funzionamento del sistema immunitario e i fattori di crescita, proteine che stimolano l’attività cellulare, oltre a un ormone che influenza riproduzione, sviluppo e comportamento.…

help