Mondadori Scienza S.p.A.

shopping_cart_outlined
category_outlined / Scienza
Focus ExtraFocus Extra

Focus Extra Autunno 2017 - No. 76

Ogni numero da leggere e da collezionare. Ai confini delle conoscenze umane, le risposte alle domande di sempre (anche a quelle più strane e originali), i più grandi segreti svelati e approfonditi: universo, storia, natura, medicina, sesso, consumi, divertimento e tanto altro ancora. Una molteplicità di argomenti per una lettura facile e divertente, corredata da splendide foto e illustrazioni accurate.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
4,99 €(Incl. tax)
ABBONATI
16,99 €(Incl. tax)
4 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
un linguaggio universale

Spock, il personaggio più noto della saga di Star Trek, era un alieno, per metà umano e per metà Vulcaniano, che di fronte a qualsiasi avversità manteneva i nervi saldi e trovava la giusta soluzione. Ma al di là delle orecchie a punta, ciò che più lo distingueva da noi era il cervello, superiore eppure terribilmente grigio, perché incapace di provare emozioni. Anche se molto a lungo si è ritenuto che i moti del cuore siano un impaccio alla ragione, gli studi più recenti dimostrano quanto la loro guida sia essenziale. Le emozioni ci rendono più attenti e vigili, stimolano la creatività e l’introspezione, tengono lontani i pericoli e molto altro ancora. Inoltre, poiché tutti le proviamo, sono la via più efficace per comunicare con gli altri e per rafforzare…

access_time1 minuti
perché ci emozioniamo?

"Gioia, tristezza, rabbia. Ma anche sorpresa, disgusto e paura. Cui si aggiungono il disprezzo, la soddisfazione, la tenerezza, l’invidia, la gratitudine e una miriade di altre. Le emozioni che costellano la nostra vita sono moltissime e in tanti hanno cercato di descriverle e spiegarle. La teoria più classica, per esempio, dice che quelle fondamentali sono sei, e che da queste derivano tutte le altre. Le neuroscienze, dal canto loro, hanno fotografato nel cervello un panorama molto più sofisticato. La psicologia sostiene che le emozioni sono universali e che ci aiutano a comunicare e a prendere decisioni più sensate, mentre la biologia ci dice che, nel corso dell’evoluzione, ci hanno permesso di affrontare meglio le sfide dell’ambiente. Ogni spiegazione ha un suo senso, eppure tutte ci lasciano insoddisfatti. A dispetto degli…

access_time6 minuti
guardarsi dentro e vivere felici

Lavinia Barone è professore associato presso i corsi di laurea in psicologia dell’Università di Pavia, dove è anche direttore del Laboratorio di psicologia dell’attaccamento e del sostegno alla genitorialità. I suoi principali interessi riguardano lo sviluppo socio-emotivo, l’attaccamento, la regolazione emotiva e i disturbi di personalità. Ha pubblicato e curato diversi libri sulle emozioni, tra cui Le emozioni nello sviluppo relazionale e morale (Cortina) e Emozioni e sviluppo. Percorsi tipici e atipici (Carocci).“Le emozioni sono il primo strumento per capire ciò che accade e reagire ”Ritenute un residuo irrazionale del comportamento animale, e per questo snobbate per secoli dagli scienziati (con poche eccezioni, tra cui Charles Darwin), da qualche anno a questa parte le emozioni stanno vivendo un momento di auge nell’ambito della ricerca. La loro funzione, infatti, non è…

access_time6 minuti
le emozioni, queste (s)conosciute

Sono sei, quelle fondamentali, cui si possono ricondurre tutte le altre? No, soltanto per esprimere la gioia usiamo più di 50 tipi di sorriso. Sono universali, presenti in ogni essere umano a qualunque latitudine viva? No, dipendono dal contesto culturale, e ciascuno le manifesta come ha visto fare da quando è nato. Basta osservare gli occhi per comprenderle? No, occorrono tutti i sensi, inclusi quelli meno scontati, come l’olfatto.Benvenuti nel regno del possibile, in quella terra di mezzo nella quale, da almeno un secolo, neurologi e psicologi cercano di circoscrivere in schemi, parametri e misurazioni ciò che per sua natura è quanto di meno razionale ci sia nell’uomo: le emozioni. Le scuole di pensiero su che cosa siano, come si esprimano e come si possano misurare sono infatti numerose, e…

access_time1 minuti
il corpo le avverte così

Le gote che avvampano per la vergogna, lo stomaco che brucia per l’ansia, le gambe che tremano di paura... Non sono soltanto modi di dire: il caldo o il freddo avvertiti in certe parti del corpo sono legati davvero alle emozioni. Lo ha dimostrato uno studio della Aalto University (Finlandia), pubblicato sulla rivista Pnas.COLORI E BOLLORI. Nella ricerca, a oltre 700 persone sono state suscitate diverse emozioni, attraverso la visione di film, fotografie o la lettura di storie. Poi è stato chiesto loro di indicare su delle sagome in quali parti del corpo sentivano più caldo o più freddo, a seconda dell’emozione provata. I risultati sono illustrati nelle immagini a lato. Il giallo corrisponde al calore più intenso; il rosso a un caldo un po’ meno forte, il nero indica…

access_time5 minuti
spontanei o controllati?

La platea è compita, qualche singhiozzo si alza dalle gole strozzate dal dolore, il prete celebra le esequie per il caro estinto tra innumerevoli soffiate di naso e voi, attanagliati dalla tristezza per la dipartita del vecchio zio, siete raccolti in preghiera. All’improvviso, una sonora risata del cugino seduto nella panca davanti riempie la chiesa. Indignazione del sacerdote che lo fulmina con lo sguardo, sdegno dalla vedova che aumenta i decibel del pianto e costernazione di parenti e amici. Nello sconcerto generale, una certezza: il cugino verrà preso per pazzo, perché è inaccettabile ridere ai funerali, anche se quel moto di ilarità fosse il frutto del ricordo di un aneddoto sul defunto. Il poveretto ha infatti disatteso una regola sociale che ci impone di presenziare ai riti funebri con un…

help