Mondadori Scienza S.p.A.

shopping_cart_outlined
category_outlined / Scienza
Focus ExtraFocus Extra

Focus Extra Estate 2018 - No. 79

Ogni numero da leggere e da collezionare. Ai confini delle conoscenze umane, le risposte alle domande di sempre (anche a quelle più strane e originali), i più grandi segreti svelati e approfonditi: universo, storia, natura, medicina, sesso, consumi, divertimento e tanto altro ancora. Una molteplicità di argomenti per una lettura facile e divertente, corredata da splendide foto e illustrazioni accurate.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
4,99 €(Incl. tax)
ABBONATI
16,99 €(Incl. tax)
4 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time1 minuti
veleni in mostra

Queste scatoline contengono le principali droghe che si possono acquistare sul mercato, illegale oppure legale. Sono portate a scopo dimostrativo nell’ambito di iniziative volte alla prevenzione dell’uso di stupefacenti, riscuotendo una certa curiosità. In tanti, infatti, non sono pienamente consapevoli di che cosa sia una droga e, soprattutto i ragazzi, possono assumere pasticche e liquidi dai nomi accattivanti, senza sapere che cosa contengano. La scarsa conoscenza dei rischi legati all’assunzione di stupefacenti preoccupa esperti e autorità. Certo, le droghe non sono tutte uguali: il loro profilo di rischio cambia a seconda della molecola e anche del contesto in cui è presa. Chi ne fa uso, però, deve sapere che certe sostanze possono uccidere anche se vengono assunte una sola volta. E che non esiste un modo sicuro di drogarsi.…

access_time1 minuti
pericoli subdoli

Fino a non molto tempo fa, il termine “drogato” aveva una connotazione chiara. I tossicodipendenti erano persone che vivevano ai margini della società; sbandati che chiedevano soldi e che finivano in comunità o in prigione. Ammesso che la descrizione fosse vera allora, certamente non lo è oggi. Il mondo degli stupefacenti, infatti, è cambiato e la trasformazione ci ha colti impreparati. A un certo punto, “i drogati” sono spariti dalla nostra vista e a lungo la questione è comparsa soltanto a sprazzi sui giornali, magari quando ci scappava il morto. Poi però le conseguenze di ciò che sta accadendo, soprattutto ai giovani, sono diventate più chiare. Non si tratta solo di decessi, che restano per fortuna rari (almeno in Italia). Molti studi ormai legano l’assunzione di sostanze…

access_time6 minuti
ogni droga fa male a suo modo

Alberto Oliverio è professore emerito di Psicobiologia all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. È esperto nel campo delle neuroscienze e della biologia del comportamento e, più in generale, dei rapporti tra scienza e società. Dal 1976 al 2002 ha diretto l’Istituto di psicobiologia e psicofarmacologia del Consiglio nazionale delle ricerche, e dal 2007 al 2009 il Centro di neurobiologia “Daniel Bovet” della Sapienza. È stato presidente della Società italiana di etologia, dell’Istituto italiano di antropologia e della Società italiana di neuroetica. È autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche e di saggi didattici e di divulgazione nel campo della genetica del comportamento, del ruolo comportamentale degli oppioidi, dello stress e della memoria. “Molti giovani si drogano anche per affrontare situazioni di forte disagio sociale” Per sballarsi,…

access_time7 minuti
la droga, fenomeno globale

Duecentocinquanta milioni di persone nel mondo usano droghe almeno una volta all’anno. Significa circa un abitante del pianeta su 30, e uno su 20 se si considerano soltanto gli adulti. Il mercato è florido e, come documentano le stime dell’Ufficio delle Nazioni Unite sulla droga e il crimine (Unodc), le cifre sono costanti da almeno un quinquennio. A cambiare, complicando non poco le azioni di contrasto al fenomeno, sono invece le vie dello spaccio e le sostanze in circolazione.Negli ultimi anni, è infatti cresciuto a dismisura il commercio online, più sicuro per chi vende e per chi acquista, perché può avvalersi di codici criptati e scambi in denaro difficili da tracciare, rendendo superflui gli incontri di persona. Mentre, riguardo alle varietà in commercio, «la cannabis è ancora la droga…

access_time1 minuti
lo sballo non è solo maschile

Il consumo di droghe è maggiore tra gli uomini, di tutte le età. Le donne del resto, come evidenzia l’ultima relazione al Parlamento sulle tossicodipendenze, hanno una più alta percezione dei rischi legati all’uso di sostanze stupefacenti. Ma tutto questo non significa che la popolazione femminile non vada in cerca dello sballo. I dati italiani rivelano infatti una maggiore propensione delle ragazze, rispetto al passato, all’uso di sostanze illecite. Nel 2016, il 30% delle studentesse delle scuole secondarie superiori ha sperimentato almeno uno stupefacente, il 21% ha usato cannabis , il 3% ha sperimentato una nuova sostanza psicoattiva, e il 9,2% la spice . Anche tra le studentesse si osserva dunque la diffusione delle nuove molecole e un incremento delle abitudini più…

access_time6 minuti
il cervello va in tilt e il corpo invecchia

L’abuso di sostanze ha tante facce quante le innumerevoli droghe diverse che si possono trovare sul mercato dello sballo. C’è l’eroinomane con la sua aria assente e gli sbalzi d’umore improvvisi. Il ragazzo che “cala” qualche pasticca in discoteca e sembra indemoniato da quant’è agitato. Oppure il professionista che si tira su con la cocaina per reggere lo stress, alternando l’euforia alla tristezza più profonda. Tutte le sostanze hanno però un unico comune denominatore: fanno male. Al cervello, che non funziona più come prima e in qualche caso pare si “bruci” per davvero, ma anche al corpo, con un interminabile elenco di possibili danni agli organi. TANTE SOSTANZE, EFFETTI DIVERSI. Le droghe regalano un picco di benessere fuori dal comune, ma il conto da pagare è sempre parecchio…

help