RTI spa

Cibo e Vino
Melaverde

Melaverde

Ottobre 2020

La rivista ufficiale del programma di Canale 5 ci accompagna alla scoperta delle eccellenze d’Italia, tra territorio, cucina, cultura e tradizione. Ogni mese un meraviglioso viaggio da nord a sud per conoscere i prodotti locali, le ricette, le persone e i paesaggi che rendono il nostro Paese il posto più bello del mondo.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
RTI spa
Frequenza:
Monthly
Leggi di più
COMPRA NUMERO
2 €(VAT inclusa)
ABBONATI
19,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

1 minuti
i luoghi

PIEMONTE 1 Alta Langa Nocciole, natura, castelli e borghi autentici come quelli di una volta. EMILIA ROMAGNA 2 Valtaro Territorio tutto da scoprire, soprattutto in autunno, dove dominano il fungo porcino e i prodotti del bosco. LAZIO 3 Riviera di Ulisse Specialità gastronomiche entrate nel mito, le olive di Gaeta non sono buone solo per farci l’olio. MALTA 4 Arcipelago maltese Roccaforte del Cristianesimo, oggi è un evergreen del turismo perché offre possibilità di divertimento per tutti. SARDEGNA 5 Sant’Antioco L’isola incantata della Sardegna custodisce preziosi gioielli nel suo mare limpido, buoni anche da mangiare. CAMPANIA 6 Cilento Una zona votata alla viticoltura, risorta dalle sue stesse radici.…

3 minuti
appuntamenti

Milano Wine Week 2020 3-11 ottobre Giunta alla terza edizione, l’evento vinicolo internazionale MWW offre al mondo del vino un programma ricco di appuntamenti, potenzia l’offerta di momenti e contenuti formativi dedicati ai professionisti di settore e mette a disposizione dell’intera filiera un’innovativa piattaforma digitale per connettere professionisti e buyers internazionali. www.milanowineweek.com Sagra della Salamina da Sugo al Cucchiaio 8-11 ottobre Madonna dei Boschi (FE) celebra l’insaccato composto da carne di maiale, prodotto gastronomico tipico della provincia di Ferrara, con opportunità di degustare la Salamina in modi diversi attraverso gli stand gastronomici che offrono assaggi. www.prolocomadonnaboschi.it Hostaria – Il Festival del Vino di Verona 9-11 ottobre Gli amanti del vino, dei sapori d’eccellenza e dello “stare bene” all’aperto possono esultare: l’Associazione Culturale Hostaria ha confermato la VI edizione del Festival che si svolgerà nel centro di Verona. Alle degustazioni di…

4 minuti
trattoria la brinca il futuro ha il cuore nel passato

INERPICANDOSI nella chiusa Val Graveglia, a pochi chilometri dal mare di Chiavari e Lavagna, si arriva a una casa colonica ottocentesca, La Brinca, soprannome al femminile di Teresina dei Brinche, che qui visse e lasciò il suo nome. Quando Sergio e Roberto nel 1987 decidono di aprire una trattoria e “caneva con fùndego da vin”, cioè un’osteria con bottega e cantina, hanno alle spalle una lunga tradizione famigliare votata alla gastronomia che affonda le sue radici negli anni ’30. Una tradizione che dispensa piatti di terra della tradizione contadina, legata ai prodotti locali e alle stagioni. Il Prebugiun de Ne, Panella, Panissa, Baciocca, Frisciulle, Testaieu sono solo alcuni degli antipasti che è possibile degustare nell’elegante e rustica sala con travi di legno, pietre e bottiglie di vino. Fotografie in bianco e…

4 minuti
alberghi

Il cuore bio della Tuscia CINTA DA BOSCHETTI e corsi d’acqua, protetta da un castello del XIII secolo e dalla Rocca di San. Leonardo che vigilano sulle antiche vie di comunicazione, il fiume Tevere, la via Flaminia e la tagliata etrusca che attraversa il pianoro, la Fattoria Lucciano è un’azienda agricola biologica dal 1989. Basta percorrere il bel viale percorso da file di olivi secolari e ordinati noccioli per apprezzare i segni inequivocabili di un’agricoltura in equilibrio con l’ambiente. Da quattro generazioni oltre che a pascolo, seminativo e bosco, i 120 ettari complessivi, sono impiegati a noccioleto, oliveto e vigneto. Le centoventi mucche di razza Bruna italiana sono alimentate solo con foraggi prodotti in azienda, pascolano all’aperto in ogni stagione sul Piano di Lucciano, un altopiano in miniatura, e possono muoversi anche…

2 minuti
cantine

San Fereolo di Nicoletta Bocca TRA DOGLIANI E MONFORTE D’ALBA, 12 ettari di vigne, acquisite passo dopo passo a partire dal 1992, costituiscono il patrimonio enologico dell’azienda San Fereolo di Nicoletta Bocca, capace di produrre circa 45mila bottiglie l’anno. Coste di Riavolo nasce da due vitigni alsaziani, Riesling e Traminer, piantati sul versante nord della collina di San Fereolo, a 500 metri di altitudine. Gli appezzamenti sono coltivati secondo i principi dell’agricoltura biodinamica. Raccolta a mano, l’uva è portata in cantina in cassette da venti chili verso la fine di settembre e i due vitigni sono vinificati separatamente. La fermentazione è avviata senza lieviti selezionati e avviene in tonneau di legno a temperature libere e sulle fecce. Finita la fermentazione alcolica, il vino viene assemblato e tenuto in legno per circa…

1 minuti
in rete con un click!

FACEBOOK E INSTAGRAM. La trasmissione in onda tutte le domeniche su Canale 5, dal 6 settembre con le nuove puntate, mantiene un forte legame con i propri spettatori attraverso le reti social. Foto, post, commenti e scambi di opinioni tra chi fa e chi guarda il programma permettono di mantenere viva la relazione e contribuiscono a rendere, giorno dopo giorno, Melaverde sempre più ricca e interessante! Non sarebbe domenica senza l’intensità paesaggistica e culturale espressa da Melaverde! Felice di ritrovarvi! Buongiorno e bentornati! Una bellissima puntata questa di oggi, ci mancava tanto Melaverde. Vi auguro un grandissimo successo in questa nuova edizione. Melaverde non me la perdo mai, mi sono guardata anche tutte le repliche, non si sa mai mi fosse sfuggito qualche particolare… Mi piace proprio questa trasmissione, è l’unico momento che…