RTI spa

Scienza
Mistero Magazine

Mistero Magazine Marzo 2020

Nato dal successo della storica trasmissione di Italia 1, Mistero Magazine ti svela l’altra faccia della realtà, spingendosi laddove le altre riviste non osano. Una porta di accesso a tanti mondi paralleli, esplorati senza pregiudizi e convenzioni, dove si mettono in discussione le certezze e ci si confronta con l’inspiegabile.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
RTI spa
Frequenza:
Monthly
Leggi di più
COMPRA NUMERO
2,50 €(VAT inclusa)
ABBONATI
24,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

in questo numero

2 minuti
la grande paura

Viviamo settimane incerte e frenetiche, con il mondo sempre più assediato dalle notizie, in molti casi vere e proprie fake news, sul coronavirus. Ma non è certo la prima volta che l’umanità è tenuta sotto scacco da virus sconosciuti, pericolosissimi e potenzialmente letali. Succede fin dagli albori della storia, come ci racconta Giuseppe Balena nel suo documentatissimo Focus di apertura. Tutti noi, soprattutto chi legge Mistero Magazine, siamo appassionati di esoterismo. Un mondo complesso e affascinante, che naturalmente non è privo di lati oscuri, come ci spiega lo studioso e scrittore Andrea Pellegrino, che ha indagato sul campo per noi. Intorno alla figura storica del Conte Dracula si è creata una vera e propria leggenda che continua ancora oggi, al centro di romanzi, film e telefilm che non smettono di affascinarci.…

2 minuti
la leggenda di owen hart

Era il 7 maggio 1965 quando a Calgary, in Canada, Helen Hart mise al mondo il piccolo Owen James Hart, fratello minore di Bret: entrambi sarebbero diventati leggende del wrestling. Durante la sua carriera, Owen venne incoronato moltissime volte campione. Nel 1982, era incappato in un incidente in cui aveva rischiato la vita, durante un evento organizzato da suo padre Stu Hart. Era stato salvato da Martha Joan Patterson, anch’essa di Calgary, che poi sarebbe diventata sua moglie. Sebbene nella mente di Owen fosse ancora ben impresso l’incidente di cui era stato vittima, continuò nelle sue imprese sportive. La sera del 23 maggio 1999, quando alla Kemper Arena di Kansas City, Missouri, l’ormai leggendario wrestler, ribattezzato Blue Blazer, doveva sfidare l’aspirante al titolo chiamato Il Padrino, successe l’irreparabile. In linea…

2 minuti
passo di dyatlov: caso riaperto

Tutto ebbe inizio nell’inverno del 1959, quando Igor Dyatlov, studente ventitreenne, formò un gruppo di dieci persone per andare a compiere una missione esplorativa in una zona a nord sui Monti Urali. Il 31 gennaio giunsero a una tappa intermedia chiave, una vallata che segnava l’avvicinarsi a quello che più tardi avrebbe preso il nome di Passo di Dyatlov. La mattina seguente iniziarono l’ascesa. Una massiccia nevicata, però, li fece deviare dal percorso stabilito. Fu così che dovettero accamparsi in un’area non molto protetta ed esposta ai venti. Il gruppo non riuscì ad arrivare a un punto di incontro prefissato e, di conseguenza, dopo un po’ fu dato l’allarme. A distanza di tre settimane, il 26 febbraio 1959, i ricercatori finalmente trovarono dove si erano accampati i membri del gruppo, e…

2 minuti
l’omicidio del corpus domini

La quiete del bosco, il regolare scroscio dell’acqua di fonte, la piacevole calura di inizio estate, un respiro affannato, un gemito, un grido che rompe il silenzio, la lama di un coltello che scivola sulla tenera pelle, il sangue che zampilla dalla gola squarciata, il giovane corpo che cade esanime, mentre il pugnale infierisce, ripetutamente, sul corpo ormai esangue eppure ancora florido. Trova così la morte la giovane e bella Elvira Orlandini, ventiduenne di origini contadine impiegata come domestica per la ricca famiglia svizzera dei Salt, massacrata per mano di un assassino che resta ancora senza volto. L’episodio venne ribattezzato dalla stampa «Omicidio del Corpus Domini», proprio perché avvenne nella giornata del 5 giugno 1947, durante la processione del Corpus Domini a Toiano, una piccola frazione del comune di Palaia, in…

2 minuti
il destino di una stella

Lontana da noi 640 anni luce, Betelgeuse è una supergigante rossa, tra le più grandi mai conosciute; il suo diametro è 1000-1050 volte quello solare, e rispetto al nostro Sole la sua luminosità è superiore di 15-20 volte. A causa della sua enorme massa, gli astronomi ipotizzano che il suo destino sia quello dell’esplosione in una super brillante supernova, la più “vicina” mai osservata dall’uomo. Vista la sua distanza da noi, potrebbe essere già esplosa, solo che la sua luce impiegherebbe 640 anni luce per giungere a noi e, pertanto, quando esploderà sarà improbabile vederne gli effetti in un tempo relativamente breve per l’uomo (teniamo inoltre presente che, misurandosi la vita delle stelle in miliardi di anni, la fase finale durerà circa centomila anni). Una stella così massiccia è tenuta in…

12 minuti
caccia al virus

«Quando l’Agnello aprì il quarto sigillo, udii la voce del quarto essere vivente che diceva: “Vieni”. Ed ecco, mi apparve un cavallo verdastro. Colui che lo cavalcava si chiamava Morte e gli veniva dietro l’Inferno. Fu dato loro potere sopra la quarta parte della terra per sterminare con la spada, con la fame, con la peste e con le fiere della terra». Il passo, allo stesso tempo spaventoso ed enigmatico, è tratto dall’ultimo testo biblico, ossia il Libro della Rivelazione, più comunemente conosciuto come Libro dell’Apocalisse. Nel capitolo sei al versetto sette, appena menzionato, è descritta la pestilenza, ultimo flagello prima degli accadimenti funesti della fine dei tempi. La mente corre ai giorni nostri e alla diffusione pandemica del cosiddetto coronavirus; a diffondersi non è solo la malattia, ma soprattutto la…