ESPLORALA MIA LIBRERIARIVISTE
CATEGORIE
  • Arte e Architettura
  • Nautica e Aviazione
  • Business e Finanza
  • Auto e Moto
  • Gossip e celebritá
  • Comics & Manga
  • Artigianato
  • Cultura e Letteratura
  • Famiglia e Genitori
  • Moda
  • Cibo e Vino
  • Salute e Fitness
  • Casa e Giardino
  • Caccia e Pesca
  • Bambini e Ragazzi
  • Lusso
  • Lifestyle maschile
  • Film, TV e Musica
  • Notizie e Politica
  • Fotografia
  • Scienza
  • Sport
  • Tecnologia e Giochi
  • Viaggi ed Attivitá all'aperto
  • Lifestyle femminile
  • Adulti
IN EVIDENZA
ESPLORALA MIA LIBRERIA
 / Auto e Moto
Quattroruote

Quattroruote

Dicembre 2019

Dal 1956 Quattroruote è la più amata, letta e autorevole rivista di automobilismo. Ogni mese news e anteprime dal mercato italiano e internazionale, inchieste, prove su strada e su pista, listino del nuovo e quotazioni dell'usato divenute riferimento per il mercato. Since 1956 Quattroruote has been  the most authoritative and appreciated car magazine in Italy. Every month it reports on car novelties, regulations, surveys, road tests and car-related economy. It is the true bible for car tests. Its quotations for second-hand and new cars are the benchmark for industry and consumers.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Editoriale Domus Spa
Leggi di più
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
34,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

IN QUESTO NUMERO

3 minuti
fca-psa: tutto ok ma l'occupazione?

LE IMPLICAZIONI INDUSTRIALI SONO LA VERA INCOGNITA DI UN DEAL NECESSARIO Se tutto va come dovrebbe – ci sono ancora tecnicalità, formalità e verifiche da superare, dopo la prima intesa di massima annunciata a inizio mese – FCA e PSA si sposeranno. Dal matrimonio nascerà un'azienda da 45 miliardi di euro di capitalizzazione, un fatturato complessivo da oltre 180 miliardi e una magnitudo industriale da 400 mila dipendenti e 8,7 milioni di veicoli l'anno: di fatto, il quarto costruttore mondiale per volumi, alle spalle di Volkswagen, Toyota e dell'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e di fronte all'ex colosso General Motors. Dopo l'inopinato naufragio dell'offerta alla Renault, silurata per malinteso senso di orgoglio protezionista dal governo francese e dall'atteggiamento passivo-aggressivo dei soci giapponesi, FCA trova dunque l'accordo che Sergio Marchionne aveva posto come obiettivo finale…

5 minuti
les jeux sont faits

Bersaglio centrato al secondo tentativo vero. Il piano di aggregazione tra Fiat Chrysler e PSA, a soli cinque mesi dal fallimento della fusione con la Renault, consacra l'abilità negoziale di John Elkann e la sua determinazione, condivisa con Sergio Marchionne, nella ricerca di un merger capace di riportare FCA tra i big mondiali dell'auto. Il manager scomparso nel luglio del 2018 sosteneva che «solo i gruppi capaci di produrre almeno 6 milioni di auto saranno in grado di sopravvivere ». L'alleanza è perfetta in questo senso perché porta alla nascita di un colosso da 8,7 milioni di vetture (il quarto al mondo e il secondo in Europa dietro VW, con una quota di mercato del 23%), 184 miliardi di euro di giro d'affari, margini elevati considerando la redditività di FCA…

1 minuti
i big deal del settore auto

La fusione tra FCA e PSA è seconda per controvalore nell'automotive soltanto all'acquisizione della Chrysler da parte della Daimler Benz del 1998: 22,4 miliardi di dollari (18,5 milioni di euro) il valore di Borsa del Lingotto al momento dell'annuncio del deal, 34,5 miliardi di dollari quello della Chrysler di 21 anni fa. Gli altri top merger del settore hanno visto sempre per protagonista la Volkswagen, che ha sborsato 9,1 miliardi per il 37% della Scania, 5,6 miliardi per il 50,1% della Porsche e 4,9 miliardi per il 24,8% della MAN. Fonte: WSJ su dati Dealogic…

5 minuti
cura tavares per fca

I francesi non sono gli americani. Se Henry Ford al passaggio di un'Alfa Romeo sosteneva di togliersi il cappello, Carlos Tavares non è Henry Ford. E non è neppure Martin Winterkorn, l'ex capo del gruppo Volkswagen, che ha corteggiato a lungo il marchio del Biscione, per ricevere, tuttavia, soltanto "nein" da Sergio Marchionne: «Piuttosto la chiudo». No, i francesi non sono neppure i tedeschi. Sono francesi, e bastano a sé stessi, nel senso che ciò che è francese è meglio per definizione. Però Tavares è un uomo pragmatico, portoghese di nascita e parigino (solo) d'adozione, con pochi pregiudizi, alta competenza e una sterminata passione per l'oggetto automobile. Ecco perché quando, in uno degli incontri tenuti nei mesi scorsi, una delegazione di FCA aveva messo sul tavolo il dossier Alfa, l'amministratore delegato…

1 minuti
torino aveva piani fino 2022 al e ora che cosa succede? quello alfa è già cambiato. e gli altri...

PIANO NOVEMBRE 2019 Questa è la recente revisione dell'agenda Alfa fino al 2022. Nel precedente piano si citavano pure una Suv grande e due sportive: tutte sparite. In favore di una mini-Suv, nella fascia della MiTo. PIANO GIUGNO 2018 La fotografia della gamma Fiat al 2022 scattata più di un anno fa. Di certo il piano verrà rivisto. Intanto, al posto della Giardiniera, si pensa a una 500 a cinque porte (sotto, il nostro rendering). PIANO GIUGNO 2018 La baby-Renegade dovrebbe condividere lo chassis con la B-Suv Alfa e con un analogo modello Lancia. Se si decidesse per la base Cmp di PSA, la taglia potrebbe crescere un po' avvicinandosi alla Renegade. PIANO NOVEMBRE 2019 Maserati continuerà a sviluppare pianali propri, concepiti per ospitare powertrain anche 100% elettrici. Pure la nuova GranTurismo (sotto) avrà una variante a…

1 minuti
controllo ai francesi

Abbiamo chiesto a Carlo Alberto Carnevale Maffè, professore associato dell'Università Bocconi di Milano, un punto di vista sulla fusione e sui possibili sviluppi. Professore, che peso hanno avuto le relazioni Agnelli-Peugeot? PSA e FCA hanno un'antica storia di collaborazione. La conoscenza tra le due famiglie è stata decisiva. Perché gli Agnelli, dal primo annuncio, hanno già guadagnato 800 milioni di euro? Un dividendo straordinario, come quello pagato agli azionisti FCA, è un segnale che c'è un passo indietro di Exor per dare la guida operativa a PSA e a Tavares. È il corrispettivo che Fiat ha voluto nel momento in cui ha ceduto il controllo industriale ai francesi. Vede all'orizzonte nuovi spin-off, per esempio per la Maserati? La stagione degli spin-off e della liberazione di valore è conclusa: la priorità del nuovo gruppo è mostrare ai…