ESPLORALA MIA LIBRERIARIVISTE
CATEGORIE
  • Arte e Architettura
  • Nautica e Aviazione
  • Business e Finanza
  • Auto e Moto
  • Gossip e celebritá
  • Comics & Manga
  • Artigianato
  • Cultura e Letteratura
  • Famiglia e Genitori
  • Moda
  • Cibo e Vino
  • Salute e Fitness
  • Casa e Giardino
  • Caccia e Pesca
  • Bambini e Ragazzi
  • Lusso
  • Lifestyle maschile
  • Film, TV e Musica
  • Notizie e Politica
  • Fotografia
  • Scienza
  • Sport
  • Tecnologia e Giochi
  • Viaggi ed Attivitá all'aperto
  • Lifestyle femminile
  • Adulti
IN EVIDENZA
ESPLORALA MIA LIBRERIA
Auto e Moto
Quattroruote

Quattroruote

Gennaio 2020

Dal 1956 Quattroruote è la più amata, letta e autorevole rivista di automobilismo. Ogni mese news e anteprime dal mercato italiano e internazionale, inchieste, prove su strada e su pista, listino del nuovo e quotazioni dell'usato divenute riferimento per il mercato. Since 1956 Quattroruote has been  the most authoritative and appreciated car magazine in Italy. Every month it reports on car novelties, regulations, surveys, road tests and car-related economy. It is the true bible for car tests. Its quotations for second-hand and new cars are the benchmark for industry and consumers.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Editoriale Domus Spa
Leggi di più
COMPRA NUMERO
3,99 €(VAT inclusa)
ABBONATI
34,99 €(VAT inclusa)
12 Numeri

In questo numero

4 minuti
l'inopinato peso delle plug-in

LE POSSIBILI MULTE MUTANO GLI EQUILIBRI DI MERCATO: ELETTRIFICATE SUGLI SCUDI Tra la transizione tecnologica e le guerre commerciali e politiche, sembra giungere all'orizzonte per l'automotive una tempesta perfetta. Forse addirittura un Armageddon»: non ha esitato a usare analogie apocalittiche Paolo Scudieri, presidente dell'Anfia, nel suo discorso all'assemblea annuale dell'associazione che riunisce le aziende della filiera, tenutosi a fine novembre nello stabilimento FCA di Melfi. Al netto della drammaticità del grido, Scudieri sa di che cosa parla. Oltre a ricoprire un ruolo istituzionale che lo rende il portavoce primo degl'interessi della categoria, è anche un industriale di punta dell'automobile (suo è l'Adler Group, fornitore di moltissime Case, che si occupa di componentistica d'eccellenza). Dal suo osservatorio privilegiato, Scudieri conosce dunque perfettamente quali problemi stia vivendo l'automotive, nelle more di un cambio…

2 minuti
collaborazioni stellari

Da Sant'Agata Bolognese alla stazione spaziale internazionale ISS (sì, quella comandata fino a febbraio dall'astronauta tricolore Luca Parmitano): è stato lungo il viaggio del set di cinque campioni di materiale composito made in Lamborghini, spedito lassù per analizzare la risposta dei suddetti alle sollecitazioni estreme indotte da un ambiente che orbita a 400 chilometri di quota. I risultati ottenuti dovrebbero trovare applicazione non soltanto sui bolidi della Casa del Toro, che alla missione partecipa a titolo gratuito, ma anche in ambito medicale. Se la Lamborghini può così fregiarsi del titolo di primo produttore automotive ad aver avviato ricerche del genere a bordo di una stazione spaziale, la Porsche un'astronave, seppur di fantasia, l'ha progettata. In collaborazione con la Lucasfilm, ha infatti realizzato il modello che è stato svelato alla prima…

2 minuti
se 80 mila (licenziati) vi sembran pochi

Il miglior mese di novembre della nostra storia», recita uno degli ultimi comunicati rilasciato dall'Audi. «E noi, per la prima volta, abbiamo superato le 200 mila unità», replicano dalla Mercedes. La BMW, per non essere da meno, dichiara vendite in crescita del 2,9%, che prefigurano un nuovo record per la chiusura di fine anno. Peccato che, per quanto paradossale possa sembrare, i trionfalistici bollettini delle tre regine del mondo premium seguano di pochi giorni l'annuncio di significative manovre votate al contenimento dei costi. E se a Monaco parlano semplicemente di limare del 20% i bonus per i dipendenti, Audi e Mercedes hanno messo nero su bianco programmi che prevedono consistenti tagli d'organico: la prima ha concordato con il sindacato una riduzione del 15% dei propri dipendenti in Germania di qui…

2 minuti
non è che qualcuno rema contro?

Nove righe. Cioè 793 caratteri annegati nel mare magnum di quattro megabyte di testi e tabelle, più o meno l'equivalente di quattro libri da 3-400 pagine ciascuno. Nessuna cifra. Un titolino abbastanza anonimo: "Fiat Spa tax audit". Come è possibile "acchiappare" questa chicca all'interno di un maxi documento come quello depositato alla Sec, la Consob Usa, e relativo ai conti di fine settembre di FCA? Si può fare. Eccome. In 15 anni di Sole24Ore Radiocor e Ansa ho conosciuto fenomenali colleghi, vere e proprie cinture nere di setaccio immediato di testi ciclopici. No problem. Qui però c'è qualcosa che non mi torna del tutto: perché se il documento è del 31 ottobre, la notizia del contenzioso Fiat con l'Agenzia delle entrate sulla valutazione della fusione con la Chrysler è diventata…

3 minuti
melfi, orgoglio nazional-industriale

Pur non trattandosi di una favola, la storia della fabbrica di Melfi potrebbe cominciare con "c'era una volta". C'era una volta lo stabilimento Fiat brutto, sporco e cattivo costruito un quarto di secolo fa. Che nel 2014, per produrre le Suv FCA, diventa «il più grande plant italiano progettato assieme da ingegneri e operai». E che adesso conferma la sua trasformazione da Cenerentola in principessa con l'avvio della nuova linea per la Compass e le ibride plug-in. Proprio nella «fabbrica democratica», un'altra definizione dal recente libro di Marco Bentivogli e Diodato Pirone (vedere il riquadro nella pagina accanto), nel 2012 «una mentalità quasi calvinista ha dato vita alla catena di montaggio per la Renegade e la 500X», ricorda il secondo, giornalista che non teme di definirsi "industrialista". «Un'operazione di vera…

1 minuti
che bello far squadra

Non è il solito saggio da leggere per dovere d'informazione. Marco Bentivogli, sindacalista fuori dagli schemi, e Diodato Pirone, giornalista-industrialista, conoscono talmente bene gli stabilimenti FCA da riuscire a raccontarne l'epocale trasformazione in modo non soltanto interessante, ma anche piacevole. E alla fine, quel passaggio dalla gestione verticistica di un tempo allo spirito di squadra di oggi riesce a suscitare persino qualche speranza sul futuro industriale di questo Paese. Fabbrica futuro Marco Bentivogli e Diodato Pirone cm 15x23 - pag. 248 brossura Egea € 22…