ESPLORALA MIA LIBRERIA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Lifestyle femminile
Vanity Fair ItaliaVanity Fair Italia

Vanity Fair Italia 36 settembre 2019

Vanity Fair è una vetrina infinita per i tuoi interessi che ogni settimana ti appassiona, ti diverte e ti informa su tutto quello che ti piace: avvenimenti e personaggi che contano, moda, bellezza, benessere, musica, libri, arte, cinema.

Paese:
Italy
Lingua:
Italian
Editore:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Leggi di piùkeyboard_arrow_down
COMPRA NUMERO
1,09 €(VAT inclusa)
ABBONATI
16 €(VAT inclusa)
25 Numeri

IN QUESTO NUMERO

access_time3 minuti
euro disney

Seduto su una panchina ai giardinetti, la guardo arrampicarsi sullo scivolo, e ripenso al viaggio in Francia. Quasi tutte le volte che la guardo per più di qualche minuto, mi torna in mente quel viaggio. Aveva solo nove mesi. La portavamo in un marsupio, il BabyBjörn, che le permetteva di starci appiccicata al corpo e insieme di aprirsi al mondo e curiosare. Non era più piccolissima, però, e non era facile portare quel peso dappertutto. Perciò ogni volta che uno di noi si stancava, l’altro gli dava il cambio. È successo a Euro Disney. Facevo la coda insieme al fratello grande alle giostre in cui era permesso salire solo accompagnati da un adulto. Montagne russe, treno fantasma, cose del genere. Sceso dall’ultimo giro di montagne russe, sentivo una leggera vertigine. Non lo dico per cercare scuse.…

access_time2 minuti
l’alfabeto dell’amore

Quando vi ho lasciato non riuscivo a trattenere il mio pianto, pur sapendo che stavo uscendo dal carcere, dove ero privato della libertà e degli affetti, perché voi mi avete insegnato che per essere uomini bisogna avere il coraggio di piangere senza vergognarsene. In questi tre anni vi ho guardato, ascoltato e ho osservato ogni vostro gesto, ogni volta che avevo la fortuna di esservi vicino. Sappiate che il seme che voi avete seminato ha germogliato anche dentro di me e nessuno potrà impedire o interrompere il suo cammino naturale che è quello di dare i suoi frutti. Quanti momenti difficili ho vissuto, quante contraddizioni in questi anni, ma credetemi anche moltissime soddisfazioni. Adesso che sono in comunità, sono cosciente delle difficoltà che mi si presenteranno, ma sono sicuro di…

access_time2 minuti
huizinga

Una piccola ma intelligente e raffinata casa editrice torinese, la Nino Aragno, ha appena ripubblicato uno dei libri più importanti e non altrettanto studiati del Novecento: La crisi della civiltà dello storico e filosofo olandese Johan Huizinga, a cui è stato restituito il titolo originario, Nelle ombre del domani. È un libro formidabile scritto nel 1935 nel quale Huizinga descrive il morbo della democrazia, già introdotto più di un secolo prima (all’alba delle democrazie moderne!) da Alexis de Tocqueville: la democrazia è quel sistema di governo che permette a tutti di desiderare, ma quando tutti desiderano troppo, cioè dissennatamente, la democrazia cede. Huizinga è un tipo geniale e strano. I più lo conoscono come eccelso medievista, altri per un libro davvero sorprendente, uscito nel 1939: Homo ludens. Una copia era…

access_time3 minuti
la buzzicona liberata

Come una foca ubriaca, la donna scutrettola il sederone su e giù per la spiaggia. Pensa all’estate e pensa a sistemare sui fianchi il mini-pareo bordato di ruches rosa che fa trasparire i suoi quarti di ciccia bombata, sempre con l’espressione in apnea di chi «nun gliene potrebbe frega’ de meno». I pupi, basiti, trattengono telefonino e secchiello davanti alle unghie smaltate in blu cobalto, occhiali da comparsa di Uomini e Donne, collane bombate come il cofano di un Maggiolone, un paio di orecchini-faro di quelli che ti abbagliano a un chilometro di distanza. Ripresisi dalla catarifrangente visione, i marmocchi commentano sarcastici: «Non mi dire che è nata così. Chissà che faccia aveva prima dell’incidente…». «L’ho buttata in caciara», ride la donna passando la matita marrone che sottolinea i labbroni rossettati.…

access_time3 minuti
padri e figli

Dopo un’innocente chiacchierata di fine agosto con mio padre, sono giunta alla conclusione che io invecchierò mentre lui no. È sempre stato così «tanto lui» da far perdere tracce di sé stesse anche a persone molto sicure. La prima volta che ho provato questa perdita di certezze mista a profonda ammirazione avevo dodici anni, desideravo il famoso giubbotto di pelle che avevo visto indossato da Madonna, il «CHIODO» per noi comuni anime mortali. Mio padre, invece, quel pomeriggio di un sabato romano, se n’era andato in giro con il suo idioma a chiedere in tutti i negozi lo «SFRIZIO». Tornato a casa da me, disse soltanto «Aho amore de papà sto SFRIZIO nun ce l’ha nessuno», e io in un vortice di gratitudine e fierezza rimasi in silenzio a pensare che comunque…

access_time3 minuti
vanity fair

Direttore Responsabile SIMONE MARCHETTI Vicedirettore MALCOM PAGANI Direttore Moda Eventi e Progetti Speciali CRISTINA LUCCHINI Creative Director MASSIMO PITIS Design Director FEDERICA MARZIALE IADEVAIA (PITIS E ASSOCIATI) Fashion Creative Director SARAH GRITTINI Photo Editor STEFANO CARMINATI Art Director ELISA ARDENI Web Editor VERONICA BIANCHINI Uffcio Centrale ELEONORA PLATANIA Caporedattore Attualità SILVIA NUCINI (Storie) Caporedattore, SILVIA BOMBINO (Presente) Vice Caporedattore, ANNA MAZZOTTI Caposervizio, NINA VERDELLI Varietà VALENTINA COLOSIMO (Spettacoli) Vice Caposervizio Moda PAOLA SALTARI Vice Caporedattore, ILARIA CHIAVACCI Bellezza VALENTINA DEBERNARDI Caposervizio, ROSSELLA FIORE Vice Caposervizio Living LAURA FIENGO (Viaggi e Lifestyle) Caposervizio Casting GISELLA GENNA Collaboratore Immagine ANDREA ANNARATONE, SARA CERVO, ALICE CROSE, MARISA ZANATTA Reparto Artistico TERESA MARRA Caposervizio, DANIELA SESENNA Vice Caposervizio, ANDREA BRINDISI, MARIANNA CISTERNINO, MASSIMO CORRADINI, ENZA PICCICUTO VanityFair.it Desk VALERIA VANTAGGI (My Business) Vice Caporedattore, LAVINIA FARNESE (People) Caposervizio Redazione FRANCESCA CIBRARIO (Lifestyle), PAOLA MANFREDI (Travel e Food), ALESSANDRA PAUDICE (Beauty) Caposervizio, FEDERICO ROCCA (Moda) Caposervizio, RAFFAELLA SERINI…

help