탐색내 라이브러리
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / 아이 및 청소년
Focus Wild Focus Wild

Focus Wild Ottobre 2019

Focus Wild è la rivista per ragazzi e ragazze dai 10 ai 14 anni appassionati di animali e cuccioli. Suddivisa in due parti, nella sezione Mondo si potranno ammirare immagini fantastiche, reportage sugli animali e sul loro comportamento, interviste con personaggi famosi e tante notizie curiose; nella sezione PetClub si troveranno tutti i consigli e i trucchi per la cura dei propri animali domestici.

국가:
Italy
언어:
Italian
출판사:
Mondadori Scienza S.p.A.
더 읽기keyboard_arrow_down
구독
₩25,121
12 발행호

이번 호 내용

access_time1
pixel

UN FIORE... PER ME! Nel Montana occidentale (Stati Uniti), lo scoiattolo dorato di terra (Callospermophilus lateralis) stringe tra le zampe un tarassaco comune (Taraxacum officinale) prima di mangiarlo. I fiori e le foglie di questa pianta sono ricchi di fibre e sali minerali che integrano la sua dieta onnivora. BEVIAMO IN PACE Tre api (Apis mellifera) intente a bere condividono pacificamente la pozza con una vespa. La ligula, una specie di proboscide con cui aspirano l’acqua o il nettare, è ben visibile. Le api trasportano l’acqua anche dentro all’alveare per regolarne la temperatura e l’umidità; le vespe, invece, oltre che per rinfrescare il nido, la usano per impastare la polpa di legno impiegata per costruire i favi.…

access_time1
editoriale

Cari amici di Focus Wild, anche se non ci conosciamo di persona, mi sento di mettervi a parte del mio ‘lutto’ perché so che capirete: la mia gattina Kiki non c’è più. Mentre giocava con il suo amico del cuore, un gatto nero, ha attraversato la strada senza guardare.... Kiki era una gattina intelligente, vivace e dolcissima.A me riservava delle simil carezze posandomi le zampe sul viso... non la dimenticheremo mai Un abbraccio P.S: su uno dei prossimi numeri approfondiremo il tema della perdita di un animale.…

access_time1
focus wild

Direttore responsabile Sarah Pozzoli Redazione Chiara Borelli (coordinamento, vicecaposervizio), Marta Ferrario Ufficio fotografico Laura Giovannitti Ufficio grafico Cristina Mercante (art director, caporedattore) Segreteria di redazione Barbara Francesconi Progetto editoriale Chiara Borelli Progetto grafico Cristina Mercante Hanno collaborato a questo numero: Sonia Campa, Franco Capone, Gérard Mangiagalli, Giulia Paracchini, Lara Perego, Dunia Rahwan, Ivana Strada, Emilio Vitaliano Publisher Pamela Carati Coordinamento tecnico Valter Martin…

access_time1
contro corrente

PER CATTURARE LE LARVE DI INSETTO SULLE ROCCE, UN MERLO ACQUAIOLO IMMERGE LA TESTA IN UN IMPETUOSO TORRENTE DI MONTAGNA Un merlo acquaiolo (Cinclus cinclus) pesca in apnea nelle acque di un torrente: infila la testa sott’acqua (1), smuove sassi o detriti per catturare piccoli invertebrati o larve di insetto nascosti tra le rocce del fondale (2) e viene completamente ricoperto dall’acqua (3). Per non essere trasportato via dalla corrente, si ancora alle rocce con le forti zampe munite di unghie robuste e riesce a restare in apnea fino a un minuto. Questo uccello semiacquatico, diffuso in Europa e in Asia, avvista le prede dai sassi, per poi tuffarsi in acqua; utilizza le ali muscolose come pinne per “volare” sott’acqua. Durante i mesi freddi, quando è difficile trovare insetti, si nutre…

access_time3
notizie dal mondo

A caccia di granchi Guinea. Per la prima volta un gruppo di scimpanzé (Pan troglodytes) è stato filmato durante uno studio scientifico mentre caccia i granchi nella foresta pluviale. Nel video le scimmie spostano le pietre lungo un rigagnolo d’acqua per stanare i crostacei di acqua dolce, di cui sono ghiotti. Per i primatologi dell’Università di Kyoto, in Giappone, autori della ricerca, il comportamento osservato potrebbe aiutarci a comprendere in che modo i nostri lontani antenati a un certo punto del loro percorso evolutivo si siano messi a pescare piccoli pesci e crostacei. La popolazione di scimpanzé delle Nimba Mountains cattura granchi tutto l’anno, una pratica che viene tramandata dalla madre ai figli e permette ai primati di assumere con costanza un alimento ricco di proteine e sali minerali. Questo tipo…

access_time5
la scuola della natura

GHEPARDO ( ACINONYX JUBATUS ) Mamma ghepardo di solito porta la preda ancora viva ai cuccioli e permette loro di interagirci, anche se la loro inesperienza potrebbe farla scappare lasciando la famiglia a pancia vuota. In questo modo i giovani apprendono i primi rudimenti della caccia e capiscono come si uccide una preda: questo allenamento, misto a momenti di gioco tra fratelli, rende i giovani ghepardi dei predatori efficienti. GATTO ( FELIS CATUS ) Mamma gatto insegna ai suoi piccoli comportamenti che saranno indispensabili per la loro futura sopravvivenza, per esempio come cacciare i roditori. All’inizio la madre uccide un topo e lo porta ai figli, che iniziano a prendere confidenza con la preda attraverso un gioco di agguati e attacchi. Quando i mici diventano più abili e coordinati nei movimenti, la gatta…

help