탐색내 라이브러리
패션
Vogue Italia

Vogue Italia Luglio 2017

Moda, beauty, cultura. E poi viaggi, design, architettura, cinema. E ancora personaggi, eventi, news e curiosità. Il mondo di VOGUE Italia. Internazionale ed esclusivo. E insieme a VOGUE Italia potrà apprezzare anche i suoi splendidi supplementi.

국가:
Italy
언어:
Italian
출판사:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
빈도:
Monthly
더 읽기
구독
₩27,281
12 발행호

이번 호 내용

2
il nuovo vogue italia

Capitolo primo, in cui comincia una nuova storia. Nella lunga vicenda di Vogue Italia, chi ci ha preceduto ha dimostrato che tutto può cambiare, anzi deve farlo, e rapidamente e in continuazione: per raccontare le trasformazioni, certe volte per anticiparle, o in alcuni fortunati casi persino per favorirle. Così, a partire da questo numero, il giornale si trasforma per raccontare storie nuove, con parole nuove. Parlano di notti parigine che rinascono dopo il Bataclan, di artisti internazionali che lasciano tracce su luoghi iconici dell’italianità, di una campagna online che prova a tracciare una diversa linea sulla mappa del pudore; di stylist, i protagonisti della creatività in queste strane stagioni in cui poco si crea e molto si mescola. Per un tuffo in piscina, luogo iconico dell’immaginario artistico, c’è il racconto del regista…

3
capitolo primo

Nel periodo in cui iniziai la stesura di “Chiamami col tuo nome” ricordo di aver annotato sul mio diario: «Martedì scorso mi sono svegliato con l’urgenza di scrivere un romanzo ambientato in Italia. Ho già prodotto una trentina di pagine, quasi di getto, e anche se ci sono insidie e punti controversi, non ne ho paura». La velocità delle mie mani era di gran lunga superiore a quella della mia capacità di immaginare gli avvenimenti. Di rado il Capitolo Primo è semplice per gli scrittori o, per quel che vale, per chiunque si avventuri in una nuova impresa: sia essa una nuova attività, un nuovo lavoro o il primo giorno di un importante processo. Ci vogliono coraggio, determinazione e capacità di superare un’ansia paralizzante. Occorre soprattutto intraprendenza. Agli scrittori l’incipit crea…

2
caro ministro franceschini, ascolti un consiglio

Gentile Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, certi che l’argomento le stia a cuore, le segnaliamo alcuni dati appena pubblicati dall’agenzia dell’Onu World Tourism Organization. Il turismo, in un mondo mobile e connesso, rappresenta il 10 per cento del prodotto interno lordo del pianeta. Un posto di lavoro su undici è legato al settore viaggi. Si tratta di occupazioni sempre più specifiche, di viaggi sempre più profilati: tour per senior, single, millennials, famiglie, sportivi, uomini under, donne over e viaggiatori Lgbt (lesbiche, gay, bisex, trans). Per questo l’agenzia ha pubblicato il secondo “Global Record on Lgbt Tourism”: per dire che il turismo gay, se lo si sposa, può essere una opportunità imperdibile. Tanto da suggerire a tutti i paesi membri di nominare un “Lgbt marketing manager” incaricato…

1
paolo sorrentino

Il tratto principale del mio carattere. Fai domani quel che puoi fare oggi. Lo stato attuale del mio spirito. Prima dovremmo metterci d’accordo sul significato di “spirito”. Quel che apprezzo di più nei miei amici. La necessità e la voglia di ridere e far ridere. Il mio miglior pregio. La capacità di lavorare molto. Il mio peggior difetto. L’ira. La qualità che cerco quando scelgo un attore. L’intelligenza. La qualità che cerco quando scelgo un’attrice. L’intelligenza. Il più bell’incipit della storia della letteratura. Quello di “Morte a credito”, di Céline. I più bei titoli di testa o di coda della storia del cinema. Quelli di testa di “Quei bravi ragazzi”. Il luogo dove sono stato più felice. Roma. L’immagine che ha cambiato la mia vita. Mastroianni, all’inizio di “8½”. I miei pittori preferiti. Otto Dix e Lucian Freud. I miei fotografi preferiti.…

7
io, gianni e la farfalla

Di sicuro gliel’avranno ripetuto mille volte, che si sarebbe parlato di lui. Ma Naomi è fatta così. Una donna più caraibica che inglese (nata a Londra nel 1970, ha origini giamaicane e cinesi). Che vive come in preda a una trance di se stessa, che crede al destino, al malocchio, alla fortuna. Se l’era dimenticato, insomma, che avremmo riaperto la ferita. O forse sperava di poterla tenere protetta ancora un po’, sotto la benda spessa degli anni. «Oddio, no, è scioccante…», ha quindi detto, strabuzzando gli occhi e girandoli all’indietro, quando le abbiamo chiesto di rivivere tutto: vent’anni fa, il suo maestro, amico, custode e patrocinatore Gianni Versace veniva ucciso sulle scale della sua casa di Miami, al 1116 di Ocean Drive. «Non volevo più tornare in America e nelle settimane…

5
libero seno in libero stato

Avevo dieci anni quando il nostro vicino di casa appese alla finestra uno striscione del Partito dell’Amore. Io lo trovavo bellissimo. Non sapevo ancora chi fosse Cicciolina-Ilona Staller ma ero già pazza di lei, dei suoi capelli biondi e dei suoi cartelloni rosa. Il partito, nato nel 1991, di cui lei e Moana Pozzi erano paladine, si basava su “suggestioni garibaldine e sul dionisiaco di Nietzsche” – solo per questo meritavano di diventare immortali – e si opponeva a qualsiasi forma di censura. Auspicava “parchi dell’amore” per praticare sesso libero e sosteneva la riapertura delle case di tolleranza. Per quei tempi era parecchio avanti, non c’è dubbio. Quando, pochi anni dopo, nel 1994, sono andata a vivere in California e ho visto poliziotti scandalizzati infliggere multe ad amici (e membri…