EXPLORARMI BIBLIOTECA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Cultura y Literatura
Focus Storia CollectionFocus Storia Collection

Focus Storia Collection Estate 2017

Il trimestrale monotematico e di approfondimento di Focus Storia. Un punto di vista autorevole ed esaustivo sui momenti più appassionanti e misteriosi della nostra civiltà. Segreti svelati e avvenimenti reinterpretati attraverso una lettura facile e divertente, corredata da splendide immagini e accurate illustrazioni.

País:
Italy
Idioma:
Italian
Editor:
Mondadori Scienza S.p.A.
Leer Máskeyboard_arrow_down
SUSCRIBIRSE
USD21.58
4 Números

EN ESTE NÚMERO

access_time1 min.
la storia del mondo in 20 città

Uno scorcio di Times Square, quando la celebre piazza si chiamava ancora Longacre Square.Cosa hanno in comune la Gerico delle origini, la colta Atene di Pericle e l’affaccendata Venezia dei mercanti? La caotica Roma del I secolo, l’ordinata Parigi dell’urbanista Haussmann e la Berlino divisa dalla Guerra fredda? Apparentemente non molto, se non la vicinanza a un corso d’acqua, parecchie ambizioni architettoniche e ardite soluzioni difensive: dalle prime mura della Storia, edificate a Gerico, a die Mauer, il muro per eccellenza, che divideva Berlino. Il filo rosso che accomuna le protocittà alle moderne metropoli è l’aver costituito un mondo a sé, nel quale uomini e donne si sono identificati in valori comuni che hanno generato un senso di appartenenza a una cultura condivisa. Vedi il paradossale fenomeno Ostalgie (nell’articolo su…

access_time8 min.
metropoli nella storia

Fin dalla notte dei tempi l’evoluzione dei grandi centri urbani ha accompagnato la storia umana, associandosi di volta in volta al sorgere di questa o quella civiltà. Nel corso dei millenni hanno così preso forma alcune “città simbolo” che, in determinati periodi e in determinate aree geografiche, si sono affermate come una sorta di capitali mondiali, in grado di fatto di rappresentare un’intera epoca, o meglio un intero “mondo” (alternando peraltro momenti di grande splendore ad altri di inesorabile declino). Queste “città mondo” si sono passate il testimone di secolo in secolo, fino al sorgere delle moderne metropoli, luogo di grandi fermenti e contraddizioni sociali (presenti anche in molte città antiche). Per capire quali interconnessioni abbiano avuto i grandi centri urbani della Storia, quali momenti decisivi abbiano attraversato, quali eredità…

access_time13 min.
capitali della cultura

Solitario, malinconico e un po’ matto. È questa l’immagine romantica del genio, l’individuo molto più avanti dei suoi contemporanei, che tende a isolarsi perché il mondo non lo capisce e lo capirà dopo la sua morte. Un’immagine rinforzata dall’idea antica, e non del tutto superata, che un genio sia tale fin dalla nascita, destinatario di un “dono divino”, come si diceva ieri, o di un patrimonio genetico eccezionale, come si direbbe oggi.Ebbene, questa idea è destinata a tramontare. E non solo perché tutti gli studi sulla genialità dimostrano che dietro a ogni talento eccezionale ci sono sempre anni e anni di impegno e una buona dose di stacanovismo. Ma soprattutto perché, facendo un’analisi storica del fenomeno, ci si accorge che le menti più geniali non sono sparse qua e là…

access_time7 min.
sotto le mura di gerico

Nella Bibbia, solo la volontà divina permise agli Ebrei di far cadere le sue mura inespugnabili. Ci volle un’operazione di spionaggio, un lungo rituale (sette giri attorno alla città, sette sacerdoti, sette trombe e il grido di guerra del popolo di Israele) ma alla fine, con il provvidenziale aiuto di Dio, le mura di Gerico vennero giù, permettendo agli Israeliti di sterminarne gli abitanti (tutti tranne la prostituta Raab, alleata degli assedianti).Ma la storia di Gerico è anche molto altro e sotto le sue mura (quelle vere, non quelle bibliche) gli archeologi hanno trovato le tracce di una vicenda plurimillenaria. Di recente Gerico ha festeggiato i suoi primi 10mila anni: veneranda età, che ben pochi altri siti archeologici del Pianeta possono vantare. Oltre al record di prima città, Gerico rivendica…

access_time1 min.
“location” evangelica

Ricordate il pubblicano Zaccheo (esattore delle tasse per i Romani), che sale su un albero per vedere Gesù? E la parabola del buon samaritano? Sono due degli episodi dei Vangeli ambientati a Gerico. La città infatti ha un ruolo importante nel Nuovo Testamento: la tradizione colloca i 40 giorni passati da Gesù nel deserto vicino alla città biblica.Nani e samaritani. A Gerico Gesù passò molte volte, fece miracoli (guarì un cieco) e incontrò l’esattore Zaccheo, che restituì i soldi ai poveri e ai truffati dopo aver visto Gesù da un albero di sicomoro su cui era salito essendo troppo basso. Il buon samaritano si fermò invece fra Gerusalemme e Gerico a dare soccorso a un viandante attaccato dai briganti.Moderna. Va detto però che la Gerico dell’età greca, romana e bizantina,…

access_time1 min.
le prime città a confronto

Gerusalemme e dintorni in un manoscritto dell’XI secolo. (GETTY IMAGES)Ci sono altri siti archeologici che contendono a Gerico il suo primato. Detto infatti che solo nel IV millennio nacque una città con un potere centralizzato e ben riconoscibile, una chiara divisione del lavoro che favorì lo sviluppo della scrittura, e detto che questa città può per ora essere individuata nella mesopotamica Uruk, in molte parti del Pianeta sono state trovate tracce di “protocittà”.Turca. Tra le concorrenti più antiche c’è C , atal Hüyük, oggi in Turchia. Anche qui, nel VII millennio prima di Cristo, il senso di “città” veniva dallo spirito di collaborazione tra i membri della comunità, specialmente in funzione difensiva. Non c’erano mura, ma le case erano addossate le une alle altre e si entrava in casa dal…

help