ZINIO logo
ONTDEKKENBIBLIOTHEEK
Kunst & Architectuur
AD Italia

AD Italia

Novembre 2020

È la rivista delle case più belle del mondo: ogni mese AD propone una panoramica dettagliata delle tendenze e delle innovazioni più originali nel campo dell’arredamento, del design, dell’architettura e dell’arte

Meer lezen
Land:
Italy
Taal:
Italian
Uitgever:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Verschijningsfrequentie:
Monthly
EDITIE KOPEN
€ 5,22(Incl. btw)
ABONNEREN
€ 20,95(Incl. btw)
11 Edities

in deze editie

2 min.
aceto, farina, ruggine

Aceto, farina, ruggine: sono i tre ingredienti della storia che vi voglio raccontare. Una storia iniziata almeno quattro secoli fa dove le colline della Romagna segnano la fine della Pianura Padana. Iniziata in realtà più di mille anni prima con Sant’Antonio, eremita egiziano, primo abate — abbà — del cristianesimo, protettore degli animali domestici. I contadini li ricoprivano, per guadagnarsi la benedizione, di drappi recanti un medaglione stampato con la sua immagine. E quell’immagine in Romagna era stampata a ruggine. Ferri arrugginiti lasciati a macerare in una poltiglia di aceto di vino e farina di grano, miscelata secondo una ricetta segreta: si otteneva così il “colore”. Che veniva spalmato sugli stampi, matrici in legno di pero o di noce intagliate a mano nei motivi agresti tradizionali: Sant’Antonio, certo, però anche i galletti…

1 min.
cuore morbido

Casa M in Portogallo è il mio tempio, il mio santuario, una domus in cui mi sento protetto e ispirato allo stesso tempo. È il luogo perfetto per eliminare il rumore e il disordine dalla propria vita e ritirarsi (letteralmente) nell’ambiente naturale. La casa è dolcemente cullata dalla natura. Lì mi sento in pace: il mio corpo, i miei sensi, la mia mente. Con Casa M ho cercato di creare un monumento duraturo al design – un’opera scultorea e monolitica in calcestruzzo mimetizzata da dolci colline, dune che si affacciano sull’oceano Atlantico, vegetazione incontaminata e sughere dell’Alentejo, a sud di Lisbona, dove stormi di cicogne si librano in alto, al di sopra di essa. La mia ricerca di un’essenzialità estrema si traduce in un linguaggio strutturale e in uno spazio…

2 min.
abitanti

DSL Studio Fondato nel 2014, DSL Studio è un collettivo di fotografi che, dopo i personali percorsi di studi in architettura e fotografia dei componenti del team, lavora anche su progetti editoriali e di ricerca, oltre a portare avanti collaborazioni a più mani con aziende. Curiosi per natura e per professione, esplorano visivamente gli spazi da cui si sentono attratti. ADRIEN MEIRA Nato a Parigi e laureato in Architettura a Bruxelles, a soli 25 anni apre il suo studio. Il suo primo progetto, a Bruxelles, è quello che trovate nel numero. Casa per lui è il posto dove soddisfare la curiosità (con libri, riviste, film o web) senza essere disturbato e dove collezionare opere d’arte, pezzi di design e libri. Quella dei desideri, un hôtel particulier parigino pieno di pezzi d’arte e design…

1 min.
micro/macro

Faye Toogood confessa che a volte si sente una truffatrice perché non ha mai frequentato una scuola di design. Ma proprio perché non è nata nella tribù dei progettisti, riesce a fare le cose in modo diverso. Il suo background è quello di giornalista, che le dà la curiosità di sperimentare continuamente nuovi approcci. Chiama le sue collezioni di mobili Assemblages. Ognuna è come il numero di una rivista che esplora un nuovo tema. Assemblage 6 si basa su variazioni di scala piene di spirito ludico e surreali mutazioni materiche, che trasformano miniature simili a giocattoli in oggetti funzionali, a grandezza naturale. Fusioni di bronzo e ferro battuto imitano carta stropicciata, nastro e filo metallico. Ogni pezzo si basa sulla maquette, che è il punto di partenza per molti designer. Minuscoli…

1 min.
visto, si stampi

Geometria e percezione Creano campi visivi sovrapposti i tratteggi dei tappeti di cui fa parte il Kilim Hatch III di I+I design Paolo Giordano. Creato in India su telaio, ha la tipica trama piatta ottenuta dalla lavorazione a intreccio del filato secondo la tecnica dei dhurrie tradizionali. «Il disegno è visione su carta»ANDREW LOOMIS PALLADIANA 2.0 Il progetto Opus Certum dello studio Zanellato/Bortotto interpreta in chiave contemporanea per Del Savio 1910 le potenzialità dell’arte della palladiana: le venature del marmo sono frammentate da cemento colorato, come in Vague (nella foto). Questione di intrecci Dall’incontro del designer Bruno Tarsia con l’Opificio nasce Relief, tessuto jacquard lavorato. Scelto per rivestire il divano Philo e il pouf Island da Saba Italia. PRET-À-HABITER Dondi Home «veste» la casa con un nuovo guardaroba che si ispira ad arte, design e viaggio. Dalle maxi…

1 min.
impronte leggere

Un laboratorio, anzi 7, per studiare «The sound of silence» Open Lab è il nuovo progetto di Caimi per migliorare il benessere psicofisico attraverso la ricerca teorica e applicata dell’acustica. Nel suo Headquarter ha infatti inaugurato 7 laboratori con camere acustiche dove si indagano i nuovi materiali fonoassorbenti, le capacità percettive umane, le onde sonore, e si elaborano nuovi modelli e prototipi. «Dobbiamo immaginare e costruire quello che potremmo essere»MICHEL FOUCAULT Bere (Champagne) responsabilmente Niente plastica, 100% fibre di cellulosa riciclabili totalmente, 60% di emissioni di CO2 in meno. La maison Ruinart brevetta un packaging ecologico che fa del bene al pianeta e alle bottiglie di Champagne, perfettamente avvolte e foto-isolate da una seconda pelle che resiste al freddo del frigo e al ghiaccio: Second Skin Case.…