menu
close
search
ONTDEKKENBIBLIOTHEEKTIJDSCHRIFTEN
CATEGORIEËN
FEATURED
ONTDEKKENBIBLIOTHEEK
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Business & Financiën
L'impresaL'impresa

L'impresa

Luglio 2018

L'Impresa, Rivista Italiana di Management, è il mensile del Sole 24 Ore rivolto ai professionisti del management: imprenditori, dirigenti, responsabili aziendali, professionisti, consulenti e studiosi di gestione aziendale. Rinnovato nei contenuti e nella grafica, il periodico raccoglie le firme più importanti a livello internazionale per aggiornare e riflettere sui temi della gestione d'impresa. Il mensile si compone di quattro sezioni fisse - Mercati, Strategie, Scenari, Competenze - e una serie di rubriche di opinione e di servizio, dedicate alla formazione professionale e alla rassegna delle novità del mese.

Land:
Italy
Taal:
Italian
Uitgever:
Il Sole 24 ORE S.p.a.
Meer lezenkeyboard_arrow_down
EDITIE KOPEN
€ 4,86(Incl. btw)
ABONNEREN
€ 48,59(Incl. btw)
11 Edities

IN DEZE EDITIE

access_time5 min.
in primo piano

MELA D’ORO 2018 Solo poche settimane dopo aver ricevuto il “Positive Business Award” della Scuola di Palo Alto, Zeta Service ha ha vinto la Mela d’Oro – Women Value Company del Premio Marisa Bellisario dedicato alle aziende, pensato e realizzato con Intesa Sanpaolo (nella foto l’ad, Silvia Bolzoni). INTERACTIVE KEY AWARD Comunico Group, agenzia torinese indipendente, si è aggiudicata il prestigioso Interactive Key Award 2018 nella categoria “Elettronica, Elettrodomestici e Sistemi di Sicurezza” per la campagna digital Assist SOS realizzata con Urmet ATE, azienda del Gruppo Urmet che si occupa di vigilanza e telesoccorso (nella foto Antonino Zito, ad dell’agenzia). PREMIO “GIOVANI IMPRESE” Lanieri.com, il primo e-commerce di abbigliamento su misura maschile 100% Made in Italy, si è aggiudicato il Premio “Giovani Imprese” di Altagamma nella categoria Digital, grazie a una strategia di vendita omnichannel,…

access_time1 min.
trofei ai migliori business italo-francesi

Lo scorso 14 giugno la CCI France Italie – Camera di commercio, presieduta da Denis Delespaul, ha consegnato i tradizionali Trofei, un riconoscimento a imprenditori e manager che con la loro attività hanno rafforzato i rapporti economici e commerciali tra Francia e Italia. Quest’anno, con particolare attenzione al tema della sostenibilità. «La Francia e l’Italia sono due partner strategici di grande rilievo non solo al livello economico – ha detto l’Ambasciatore di Francia in Italia Christian Masset, ricordando gli interessi bilaterali –: sono presenti più di 1900 filiali francesi in Italia che assicurano più di 250.000 posti di lavoro. E l’Italia non è da meno con 1200 filiali italiane in Francia e circa 88mila impieghi». Ed ecco i premiati. Trofeo della personalità e responsabilità sociale in Italia 2018: Letizia Moratti, presidente…

access_time1 min.
randstad employer brand 2018

Automobili Lamborghini, Coca- Cola Hbc Italia, Florim, Ikea, Maserati e Freni Brembo sono le aziende dove gli italiani correrebbero subito a lavorare per una serie di garanzie che vengono “percepite” come assicurate e su cui, probabilmente, queste insistono nell’attività di employer branding per rendere attrattivo il brand per i potenziali dipendenti. Sono state infatti preferite ad altre aziende, per un totale di 150 grandi aziende con oltre mille dipendenti in Italia, da circa 5.800 intervistati tra i 18 e i 65 anni, tra occupati, studenti e non occupati, che hanno indicato i fattori che per loro rendono preferibile una realtà organizzativa a un’altra. L’indagine Randstad Employer Brand 2018 è stata svolta a livello mondiale dall’Istituto di ricerca Kantar Tns. Automobili Lamborghini è risultata prima in assoluto per l’atmosfera di lavoro…

access_time2 min.
il servizio clienti è un’evoluzione dell’ufficio reclami, uhm…

Il servizio clienti, nato per rispondere in maniera reattiva alle lamentele dei clienti, è oggi diventato una funzione rilevante nella gestione del cliente. Tuttavia, rimane ancora sottostimato da molti il suo impatto sulla perdita di clienti e sul posizionamento dell’azienda nel mercato. Il servizio clienti nasce in contemporanea allo sviluppo delle grandi aziende e si identifica all’inizio come ufficio reclami gestito tramite posta cartacea. La prima rivoluzione è datata 1967: Ford e AT&T idearono il numero 800 (il numero verde) con cui i clienti potevano contattare gratuitamente Ford e chiedere informazioni rispetto ai difetti di fabbricazione delle autovetture. A partire dalla fine degli anni Settanta il servizio clienti (o customer care) inizia un percorso evolutivo affiancando alle attività di gestione reclami un’assistenza durante l’intero ciclo di vita del prodotto/servizio con l’obiettivo…

access_time3 min.
il furto di risorse per il benessere di tutti

Un interessante saggio apparso sui Working Papers del National Bureau of Economic Research ha un suggestivo titolo, che fa il verso alla Ricchezza delle Nazioni di Adam Smith: The missing profits of nations, di Thomas R. Tørsløv, Ludvig S. Wier e Gabriel Zucman – Working Paper 24701, (http://www.nber.org/papers/w24701). Questi “profitti mancanti” sono quella parte degli utili delle multinazionali che vengono “infilati” ogni anno in paradisi fiscali (o, come vengono pudicamente definiti nello studio, “paesi a bassa tassazione”). Un’analisi del genere sui profitti sottratti al fisco (e quindi sottratti alla collettività, che avrebbe potuto godere di servizi pubblici migliori e più diffusi, se solo le imposte sugli utili fossero state applicate alla vera base imponibile) è particolarmente azzeccata in questo momento storico. La diseguaglianza, che è all’origine dell’insorgere magmatico del populismo,…

access_time3 min.
i simulacri: il talento

Uno dei fenomeni più interessanti di diffusione di una pratica manageriale ha avuto luogo a partire dalla fine degli anni ’90. Lo spunto è stato dato da un libro dal titolo evocativo The War for Talent. Il libro riportava il risultato di una serie di ricerche svolte dagli autori in relazione al rapporto tra l’uso di alcune pratiche manageriali e i risultati aziendali. Non mi dilungherò in questo caso sulla valutazione dell’appropriatezza delle logiche di analisi dei dati utilizzate, ma ricorderò solo che in larga parte i risultati dipendevano da un fenomeno noto con il termine di causazione errata. In realtà, non si tratta di niente di nuovo. È capitato spesso che mode manageriali siano state originate da ricerche con risultati discutibili. Quello che mi interessa all’interno di questo articolo…

help