ONTDEKKENBIBLIOTHEEK
Lifestyle Vrouwen
Vanity Fair Italia

Vanity Fair Italia

24/25 - Giugno 2020

Vanity Fair è una vetrina infinita per i tuoi interessi che ogni settimana ti appassiona, ti diverte e ti informa su tutto quello che ti piace: avvenimenti e personaggi che contano, moda, bellezza, benessere, musica, libri, arte, cinema.

Land:
Italy
Taal:
Italian
Uitgever:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
Verschijningsfrequentie:
Weekly
Meer lezen
EDITIE KOPEN
€ 1,14(Incl. btw)
ABONNEREN
€ 16,76(Incl. btw)
25 Edities

in deze editie

2 min.
oltre, sempre e comunque

Roma, Ferragosto, città deserta. Due uomini al volante di una Lancia Aurelia B24 convertibile si avventurano in un viaggio che diventerà leggenda. È l’inizio de Il Sorpasso, film girato da Dino Risi nel 1962, pellicola diventata non solo di culto ma simbolo di un decennio, gli anni Sessanta, che rappresenta l’adolescenza di un’Italia che sognava di diventare grande e che infatti si sarebbe scontrata con tutti i miraggi, le sconfitte, i sogni, le mete e le lotte della maturità nei decenni successivi. Abbiamo scelto quell’immagine indimenticabile, Vittorio Gassman e Jean-Louis Trintignant mentre sfrecciano veloci sulla strada del loro destino, come copertina di questo numero di Vanity Fair. Oggi, ancora più di ieri, l’Italia si ritrova a inseguire un sogno che non ha nulla a che fare con un futuro ideale quanto…

7 min.
luna di miele

CAPITOLO 8 Riassunto dei capitoli precedenti Ronen Amir, turista israeliano di 29 anni, è rimasto ucciso sulla Strada della morte in Bolivia mentre era in luna di miele. La sua vedova, Maya Amir, è in lutto. Quando Omri, un giovane divorziato che li ha incontrati durante il viaggio, va a porgerle le sue condoglianze, Maya gli chiede di aspettarla fuori casa, in un luogo isolato. Nella conversazione che segue, rivela che la morte di Ronen non è stata un incidente come riportato sul giornale. Durante la luna di miele, il marito l’ha offesa e umiliata. E quando lei gli ha raccontato che una notte, mentre lui dormiva, è andata in camera di Omri nell’ostello di La Paz e l’ha baciato, il marito ha insistito perché partissero per un viaggio in bicicletta…

1 min.
grand tour nell’arte

Il nome è provvisorio, Piattaforma Italia: è una guida al nostro Paese ideata da Lorenzo Fiaschi e Pepi Marchetti Franchi con le migliori gallerie d’arte contemporanea italiane tra cui Alfonso Artiaco (Napoli), Galleria Continua (San Gimignano), Massimo De Carlo (Milano), Gagosian (Roma), Kaufmann Repetto (Milano), Massimo Minini (Brescia), Franco Noero (Torino), Carlo Orsi (Milano) e Galleria dello Scudo (Verona). Vi si troverà una mappa dettagliata non solo delle gallerie (più di 50) dedicate all’arte antica, moderna e contemporanea, ma anche un vademecum proposto dai galleristi delle eccellenze italiane come ristoranti, alberghi, artigiani e musei. Per maggiori info, galleriacontinua.com Photo-souvenir: Daniel Buren La cabane ŽclatŽe aux 4 salles. Lavoro in situ e permanente, Collezione Gori, Fattoria di Celle, Santomato di Pistoia Aurelio Amendola - Courtesy Galleria Continua ©️ DB-ADAGP, Paris…

2 min.
la scoperta del mare bello

Io in isolamento ci sto benissimo, come tutti i picchiatelli. L’estate però no, l’estate è sacra. Per tutti. Ma per noi nati e vissuti in Pianura Padana passare qualche settimana lontano dalle polveri sottili è, letteralmente, questione di vita o di morte. Ho impiegato molte sere, durante il lockdown, ad architettare piani A, B e C per le vacanze nel caso ci avessero rinchiuso in Lombardia. Scoprendo che sul Lago di Como affittano bellissime e costosissime case. Voi lo sapevate già per via di George Clooney, ma io non avevo più preso in considerazione l’opzione lago perché ho avuto un marito con adorabile mamma veronese col quale abbiamo trascorso otto estati a Bardolino, e mi sembra di aver già dato. L’estate è sacra. L’unico anno che l’ho passata a Milano –…

1 min.
benvenuti a jolandacity

I l biglietto per partire è una fotina in bianco e nero stampata su carta lucida. Il mezzo scelto è una pancia con dentro il mare. La destinazione: Jolandacity. In valigia soltanto camicie da notte comode con apertura davanti, una vestaglia (che ovviamente non userò mai più), delle ciabatte (idem come la vestaglia) e… tutine, pannolini, camicine, salviettine per la mia «compagna di viaggio». L’ecografo mi comunica la partenza, in regalo una colonna sonora appena composta per noi. «Tumtumtumtum-tumtum», ascolto e vorrei che questo cuore fosse già tra le mie mani. Che posto sorprendente la mia pancia. Vedo il corpo evolversi tutto in una zona; in verità anche in altre ma sono tutti «Rigonfiamenti risolvibili», almeno così dicono. Mi vedo riflessa nelle vetrine dei soliti negozi… sono ancora io? Ho un profilo sbilanciato…

3 min.
l’immagine proibita

L’ orrendo assassinio di George Floyd ha innescato, tra tumulti e sommosse, la corsa all’abbattimento di statue di schiavisti e mascalzoni (compreso Winston Churchill), il ritiro di Via col vento dove la domestica Mamie dice «sì, badrone», il processo post-mortem a Indro Montanelli per pedofilia e stupro, avendo sposato agli inizi del ’900, durante la guerra, una eritrea dodicenne, fino a toccare il climax con il ritiro dai negozi svizzeri dei cioccolatini Moretti. Cronache che stanno facendo versare fiumi di inchiostro ai sapientoni dell’orbe, indice che si sta tornando all’anormalità cerebrale del passato pre-Covid, ma per nulla sorprendenti per chi non confonde la cronaca con la Storia. Da Adamo ed Eva in poi, la cancellazione del passato è sempre esistita. Il motivo è semplice: noi pensiamo quello che vediamo. I…