EXPLORARBIBLIOTECAREVISTAS
CATEGORIAS
EM DESTAQUE
EXPLORARBIBLIOTECA
Infantil & Adolescentes
Focus Wild

Focus Wild Gennaio 2017

Focus Wild è la rivista per ragazzi e ragazze dai 10 ai 14 anni appassionati di animali e cuccioli. Suddivisa in due parti, nella sezione Mondo si potranno ammirare immagini fantastiche, reportage sugli animali e sul loro comportamento, interviste con personaggi famosi e tante notizie curiose; nella sezione PetClub si troveranno tutti i consigli e i trucchi per la cura dei propri animali domestici.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Mondadori Scienza S.p.A.
Ler Mais
COMPRAR EDIÇÃO
3,05 €(IVA Incl.)
ASSINATURA
20,37 €(IVA Incl.)
12 Edições

Nesta edição

1 minutos
ehi ragazzi, guardate in alto!

Quanti volti e quante espressioni diverse in questo gruppo di babbuini amadriade (Papio hamadryas): c’è chi resta incredulo davanti a una “pioggia” di bacche, chi prova ad afferrarle al volo con le mani, chi direttamente con la bocca aperta! Questi primati, diffusi soprattutto in Africa Centrale, hanno un’organizzazione sociale ben precisa: gruppi di 50-100 individui (a volte di 400) si riuniscono in alcune occasioni, per esempio la notte per dormire; nel gruppo si radunano unità più piccole, costituite da un maschio adulto e una o più femmine adulte con i loro piccoli.…

4 minutos
senza amici che stress

Se viene separato dai suoi amici di “banco”, il pesce damigella giallo e blu (Chromis viridis, foto sopra), abitante della Grande barriera corallina, entra in depressione. Secondo gli scienziati australiani dell’Università James Cook del Nord Queensland, che hanno condotto lo studio pubblicato sulla rivista Experimental Biology, una volta rimasti soli questi pesci si stressano, il loro metabolismo si impenna e perdono peso. Lo stesso accade anche ad altre specie di pesci tropicali della barriera corallina: se sono abituati a vivere in gruppi sociali, quando vengono separati dai compagni aumenta il loro livello di stress e peggiora la loro salute. La responsabile dello studio, Lauren Nadler, afferma che questo accade perché i pesci «si affidano al sostegno del gruppo per ogni necessità, dalla ricerca di cibo alla difesa dai predatori». Con l’anatra…

5 minutos
neri per sbaglio

La PECORA nera non gode di buona fama: il significato negativo dell’appellativo “pecora nera” deriva probabilmente dal fatto che la lana di questo colore non può essere tinta come quella bianca e per questo gli allevatori sono costretti a trattare l’animale separatamente o a rinunciare a tosarlo. Esistono tuttavia razze di ovini caratterizzati dal manto scuro senza essere melanici, come la pecora nera di Arbus, in Sardegna, oggi molto ricercata. Tra gli animali melanici la PANTERA NERA è il più conosciuto e diffuso: può trattarsi di un giaguaro (Panthera onca, nella foto sopra), ma anche di leopardi oppure dei più rari leoni, puma e tigri. Nelle forme melaniche il mantello maculato è appena evidente e la colorazione scura è determinata, come si evince da recenti studi, da quattro differenti origini genetiche…

10 minutos
wil freddo

La strategia anti-freddo più drastica è probabilmente quella della sterna artica (foto a destra): quando al Polo Nord, dove nidifica, la temperatura si abbassa troppo, se ne vola via. Ai tropici? Niente affatto: al Polo Sud. Con tale spettacolare migrazione questi uccelli, pesanti poco più di un etto, entrano a pieno titolo nel Guinness dei primati. Inoltre, passando da un’estate polare all’altra, sono anche coloro che vedono più luce nell’arco dell’anno: praticamente non conoscono la notte. Ma non sono certo gli unici animali alle prese con il problema del freddo; altri lo hanno risolto in molte e fantasiose maniere, dagli adattamenti fisiologi o morfologici, a quelli comportamentali. In linea generale, i modi per proteggersi dal freddo non sono poi tanto diversi dai nostri: ci si copre con vestiti (leggi: pelo e…

5 minutos
il mio amico pony

ROBERTO MARCHESINI È etologo e studioso della relazione tra l’uomo e le altre specie animali. Immaginiamo di essere alla fine del XIX secolo, un’epoca che ci sembra ormai lontanissima. Siamo negli Stati Uniti, un Paese dal territorio immenso e sterminato. Qui, in questa epoca, la posta viaggia seguendo percorsi lunghi e tortuosi, rendendo i tempi di consegna davvero lunghissimi. Come fare, dunque? Come pensare di velocizzare il servizio di consegna della posta da una costa all’altra, su un percorso di 3.200 km che va dal Missouri alla California? Servizio postale Il servizio di posta veloce inaugurato il 3 aprile del 1860 partì da Saint Joseph, in Missouri, per arrivare a San Francisco, in California, il 13 aprile poco dopo mezzanotte: con i suoi dieci giorni da record, era nato il servizio di Pony Express.…

6 minutos
dalla consolle alle cucce

Tu eri un dj. Perché hai deciso di cambiare vita? Per 20 anni la mia vita si è svolta principalmente di notte: dopo due decenni di follie, mi sono reso conto che non ero felice e non stavo conducendo l’esistenza che desideravo. Così, in una sola notte, ho deciso di cambiare ogni cosa. Ho venduto il mio night club e ho utilizzato tutti i soldi per aiutare i cani e i gatti più bisognosi di Creta. La gente pensava che fossi diventato matto. Ora mi sono anche trasferito in un piccolo container posizionato all’interno del rifugio, così riesco a seguire meglio i miei cani. La situazione degli animali a Creta è grave per colpa della crisi economica? Sicuramente non ha aiutato, qui l’economia continua ad andare molto male, ma credo che se ami…