menu
close
search
EXPLORARBIBLIOTECAREVISTAS
CATEGORIAS
  • Arte & Arquitectura
  • Barcos & Aeronaves
  • Negócios & Finanças
  • Carros & Motos
  • Famosos & Celebridades
  • Comics & Manga
  • Artesanato
  • Cultura & Literatura
  • Família & Educação
  • Moda
  • Comida & Vinho
  • Saúde & Forma Física
  • Casa & Jardim
  • Caça & Pesca
  • Infantil & Adolescentes
  • Luxo
  • Para Homens
  • Cinema, TV & Música
  • Notícias & Política
  • Fotografia
  • Ciência
  • Desporto
  • Tecnologia & Jogos
  • Viagens & Aventura
  • Para Mulheres
  • Adultos
EM DESTAQUE
EXPLORARBIBLIOTECA
searchclose
shopping_cart_outlined
exit_to_app
category_outlined / Famosos & Celebridades
GenteGente

Gente

Numero 47 - 2019

Il settimanale di attualità della famiglia italiana. Moderna da sempre. Ogni settimana appassiona e coinvolge con l’informazione, l'attualità e l’intrattenimento. Grandi inchieste e reportages, interviste esclusive ai personaggi del momento e dello spettacolo, servizi con consigli pratici per la famiglia. In più servizi e rubriche sulla salute con le risposte di grandi esperti e ancora: moda, bellezza, arredamento, cucina, viaggi, giochi, oroscopo e programmi TV.

País:
Italy
Língua:
Italian
Editora:
Hearst Magazines Italia spa
Ler Maiskeyboard_arrow_down
Nota Risparmia il 40% sul tuo abbonamento con il codice: BLACK40
COMPRAR EDIÇÃO
2,02 €(IVA Incl.)
ASSINATURA
39,74 €(IVA Incl.)
52 Edições

NESTA EDIÇÃO

access_time4 minutos
perlomeno io la penso così

Telegram è una App di messaggistica istantanea gemella di WhatsApp. La sua icona è un bollo azzurro con inscritto un aeroplanino di carta, un simbolo che rievoca poste immaginarie e un mondo pulito di bambini. Si scarica gratuitamente dal cellulare e sempre senza pagare si inviano messaggi agli altri iscritti. Il meccanismo dunque lo conoscete tutti, inutile dilungarsi. Però Telegram ha alcune peculiarità per cui negli ultimi tempi si è trasformata anche, nonostante gli sforzi metodici dei responsabili, in qualcosa di spaventoso. E di così spaventoso che la polizia postale ha lanciato un allarme inquietante. Leggano con attenzione i genitori di ragazzine adolescenti o addirittura ancora bambine, dai 10 ai 15 anni (le più “vecchie”): il pericolo è enorme, se avessi una figlia avrei i capelli ritti in testa. Inventata dal…

access_time1 minutos
che nostalgia quando c’era mika!

Gentile Monica, trovo fiacca questa edizione di X Factor , con i giudici meno trascinanti nella storia del talent. Samuel è il re dei “mosci”, mentre Malika Ayane e Sfera Ebbasta non riescono a interpretare i ruoli che sono stati loro assegnati, cioè la precisina e il simpaticone. Si salva, come al solito, Mara Maionchi, una fuoriclasse. Sono lontanissimi i tempi di Morgan e di Manuel Agnelli, giudici carismatici e davvero competenti in materia musicale. Marcella Castiglioni, provincia di Pavia Cara Marcella, non sono tanto d’accordo con te. Con buona pace dei quattro esperti che stanno seduti al tavolo, il successo di X Factor lo fanno i cantanti in gara, non tanto i giudici. Se proprio vogliamo dire, a parte l’ottima Maionchi, io allora rimpiango Elio e Mika.…

access_time5 minutos
la posta dei lettori

PATTY, GRAN PROVOCATRICE Caro direttore, sono rimasta piuttosto scandalizzata nel sentire l’intervista che Mara Venier ha fatto a Domenica In a Patty Pravo. Alla domanda sul suo privato più intimo, Patty ha raccontato di aver avuto un rapporto sessuale con due uomini. E il pubblico giù a ridere, con la conduttrice che fingeva - almeno secondo me - un grande stupore. Io dico che la Tv è diventata troppo volgare, ormai rasenta l’intollerabile. Laura Lentini Cara Laura, non esagerare, in quell’intervista su Raiuno si respirava soprattutto ironia. Sia quella di Patty Pravo, che nel raccontare le sue esperienze ha utilizzato toni leggeri e scherzosi, sia quella della Venier. Certo, la conversazione non era quella propria di due educande, ma certa Tv è intrattenimento, non ha altre velleità. Di volgarità, comunque, taccerei altre trasmissioni,…

access_time1 minutos
guerriera carolyn, la battaglia continua

Gentile Monica, era da un po’ che non leggevo più notizie su Carolyn Smith. La seguo da tanti anni, da quando lavora in Tv con Milly Carlucci, e mi sono affezionata a lei come a una persona di famiglia. Credevo che il male che l’aveva colpita fosse guarito e aspettavo di rivederla l’anno prossimo a Ballando con le stelle . Poi mia sorella, che ha il profilo Instagram, mi ha detto invece che Carolyn ha scritto sui social che non è ancora finita, che il male non se ne è andato e che sta facendo una nuova cura. Voi di Gente , che l’avete sempre seguita con affetto, sapete dirmi di più? Paola Mattioli Cara Paola, noi vogliamo bene a Carolyn e proprio per questo ci limitiamo a farle gli auguri più cari. Rispettiamo la sua…

access_time1 minutos
risposte lampo

L’Italia non è ancora un Paese per mamme lavoratrici? No. L’11,1 per cento delle madri con almeno un figlio non ha mai lavorato; in Europa la media è del 3,7 per cento. Lo riferisce l’ultimo rapporto Istat. Anche il doversi prendere cura dei familiari anziani è un impedimento al lavoro. Al pronto soccorso si aspetta troppo tempo per la prima visita? Se si è un “codice giallo”, cioè “potenzialmente in pericolo di vita”, anche un’ora. È il risultato di un’inchiesta di Altroconsumo. Entro il 2020 la visita “in giallo” dovrà avvenire entro 15 minuti. Per ora nel 64 per cento dei casi il tempo è superiore. L’arcipelago delle Pontine sono le Galapagos italiane? Sì, almeno se ci limitiamo alle lucertole. I biologi hanno scoperto che solo nelle isole occidentali delle Pontine abita una specie di…

access_time6 minutos
la gente domanda gente risponde

IL DIABETE È L’EPIDEMIA DEL SECOLO? Nel 2045 saranno 700 milioni le persone nel mondo con questa malattia. Cosa si può fare? Purtroppo il diabete può essere considerato a tutti gli effetti una pandemia. Le ultime previsioni indicano in 700 milioni il numero di diabetici nel mondo nel 2045; due anni fa la stima era di circa 100 milioni più bassa. È un’epidemia che possiamo anche definire come “la malattia del benessere” nel senso che, colpendo soprattutto gli anziani, è strettamente correlata all’aumento dell’aspettativa di vita. Altri elementi che concorrono ad aumentare la prevalenza del diabete tipo 2 (il tipo 1 è ereditario) sono la sedentarietà e le cattive abitudini alimentari. In Italia il numero di malati è in media con il resto dell’Unione europea, circa 4 milioni di malati, ma al…

help