ZINIO logo

Elle Decor Italia Febbario 2021

Il magazine internazionale di design e tendenze, arredamento e stili di vita, architettura e arte. Un punto di riferimento prezioso per vivere in anteprima le tendenze, le novità, gli appuntamenti del design internazionale, per scoprire le più case più interessanti del mondo.

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
Hearst Magazines Italia spa
Frequency:
Monthly
$6.10
$33.57
10 Issues

in this issue

1 min
elledecor.it

DIGITAL EDITION Puoi sfogliare Elle Decor Italia anche su tablet, smartphone e dispositivi kindle fire. Disponibile su app store, google play e amazon app-shop anche in versione full English…

f0024-01
1 min
02.21

Città o campagna? Questo è il dilemma che abbiamo avuto modo di sperimentare nell’anno passato, alla scoperta di una natura protetta, fuori dalle metropoli troppo caotiche o troppo silenziose. Un pensiero che è diventato più forte proprio quando, dall’esilio nelle seconde case, abbiamo iniziato a sentire ricrescere la voglia di città. E se la risposta fosse nel mezzo? Non più nella contrapposizione tra pace bucolica e caos metropolitano, ma nell’unione dei due modelli? Così abbiamo scelto di trattare il primo numero del 2021 con questa nuova chiave di lettura. Presentando esempi, virtuosi, che sono la dimostrazione di un incontro possibile tra natura e artificio, che si abiti in centro o che si viva in un contesto extraurbano. Siamo stati ospiti della nuova casa progettata per sé da Roberto Palomba e…

1 min
una lampada che sembra uscita dal garage

Portatile, ricaricabile, senza filo. Ha la silhouette di una torcia e può essere poggiata su un tavolo. Ma include un gancio e un cavo che, in alternativa, permettono di appenderla rovesciata a pareti o soffitti, come un inusuale bijou. E può anche restare outdoor, senza ‘soffrire’: ha la certificazione IP44 che indica massima impermeabilità. Chispa è una lampada con tante qualità, tra cui l’ironia: progettata dal designer catalano Joan Gaspar per Marset, il marchio di illuminazione con base a Barcellona, evoca immediatamente il garage di un meccanico o il locale manutenzione in cui un appassionato di motori smonterebbe e rimonterebbe la sua auto con l’aiuto dei giusti attrezzi e di una lanterna. Oggetto simbolico che sottolinea il legame tra il mondo del design e quello dell’automotive, proietta una luce calda,…

f0029-01
1 min
a milano, il primo spazio del nippo brand onitsuka tiger

Il leggendario fashion brand giapponese Onitsuka Tiger apre il primo flagship store d’Italia a Milano, in piazza XXV Aprile. Lo spazio, progettato dal direttore creativo Andrea Pompilio come un teatro, è composto da tre sale, ciascuna dedicata a un concept. Il Laboratorio è un ambiente nei toni del grigio, di gusto industrial, con arredi essenziali; la Japanese Lacquer Box è un’enorme scatola laccata di nero, omaggio all’artigianato nipponico. Infine c’è la Galleria, dove regna il giallo Tai-chi che richiama alla mente le sneakers Mexico 66, entrate nella leggenda per essere state sfoggiate da Bruce Lee in ‘Game of death’ (1978) e da Uma Thurman in ‘Kill Bill vol. 1’ (2003). Fondato nel 1949 da Kihachiro Onitsuka, il brand è nato per produrre scarpe da basket adatte a scatti veloci e…

f0031-01
1 min
dalle maxi installazioni al microcosmo domestico di yinka ilori

“Come tutti, negli ultimi mesi, per la prima volta in vita mia ho passato molto tempo a casa. E ho realizzato quanto il semplice gesto di stare a tavola con le persone che ami esprima affetto ma anche desiderio di comunicare e di celebrare. Inoltre mi sono accorto quanto sui social le mie opere venissero usate per diffondere positività. Così ho deciso di portare questo spirito offline, nelle case di tutti, creando una home collection che generasse gioia. E che potesse legare le mie due culture: i colori della Nigeria con oggetti tradizionali inglesi come cuscini e tovaglie”, spiega il designer Yinka Ilori, di origini africane, di base a Londra. La sua linea si compone di tessili e vasellame, ma accoglie anche calze e bag, dando vita a un allegro…

f0033-01
1 min
a budapest, un’architettura per la musica firmata sou fujimoto

Ultimi ritocchi per la nuova House of Hungarian Music di Budapest, strutturalmente completa e già premiata come Best public building in Europe agli International Property Awards. L’edificio ecofriendly, ideato da Sou Fujimoto Architects, sorge nel Varosliget, il grande parco pubblico di Budapest. La poetica ispirazione alla natura, che è la cifra stilistica dell’architetto giapponese, questa volta si accompagna esteticamente a chiari riferimenti musicali. Come il tetto, che appare fluttuare nel verde, e unisce forme organiche e sinuosità simili all’andamento delle onde sonore: pensato a un livello inferiore rispetto agli alberi intorno è dotato di fori che in parte lasciano entrare la luce naturale e in parte permettono alle chiome di uscire. Un progetto che mira non solo a una continuità fra interni ed esterni, ma che lascia penetrare l’ambiente al…

f0035-01