EXPLOREMY LIBRARY
Business & Finance
Fortune Italia

Fortune Italia

Ottobre 2020

FORTUNE ITALIA misura il successo di un'azienda e se ne fa garante, rafforza le leadership e traccia il ritratto degli uomini e delle donne che si celano dietro il loro successo. Dialoga con i top C-level executives e ne racconta il mondo. Propone analisi approfondite delle tendenze economiche e finanziarie. Presenta idee e tecnologie. Pone grande attenzione ai temi della sostenibilità e della responsabilità sociale e ambientale. Riconosce il merito dei giovani più promettenti. Celebra le donne più innovative e influenti.

Country:
Italy
Language:
Italian
Publisher:
We Inform srl
Frequency:
Monthly
Read More
SUBSCRIBE
$30.79
11 Issues

in this issue

2 min.
il lavoro ‘smart’ e le aziende ‘best’

Nell’aggettivo smart c’è quasi tutto quello che serve dire sullo smart working. Nella parola inglese, come succede quasi sempre, c’è una sintesi che nella traduzione italiana richiede più parole: intelligente, ma anche brillante, astuto, addirittura furbo. In una spiegazione più articolata, lo smart working deve migliorare le condizioni del lavoro per tutti: aziende, lavoratori, società. La premessa si può chiudere con un’altra considerazione. Il concetto e la teoria nascono in contesti diversi da quello italiano e si fondano su tre pilastri: il livello di trasformazione digitale, la conformazione geografica e urbanistica, il sistema di welfare. Lì dove lo smart working già funziona ci sono condizioni peculiari che, almeno per ora, non sono le nostre. Oggi, per come lo stiamo conoscendo in Italia è essenzialmente la prosecuzione disordinata del lavoro da remoto imposto…

7 min.
conversation the mark schneider

“Sapevamo che per il food&beverage sarebbe stata cruciale una catena di approvvigionamento senza interruzioni. Le persone volevano vedere gli scaffali pieni” GESTIRE IL LOCKDOWN Non possiamo che iniziare parlando del Covid. Nestlé è stata una delle prime aziende a fermare gli spostamenti dei dipendenti già a febbraio. Che cosa ha guidato la decisione? Schneider: Nelle prime settimane di febbraio, come tutti quanti, ero un semplice osservatore. Abbiamo avuto esperienze dirette attraverso le nostre attività in Cina, che è il secondo mercato più grande per Nestlé dopo gli Stati Uniti. C’è una data specifica che ha fatto la differenza, per me: venerdì 21 febbraio. Un collega mi ha inviato via email alcune foto dove alcune persone nel Nord Italia facevano acquisti nel panico più totale. Mi è stato subito tutto chiaro: era una situazione…

1 min.
tra le righe

(1) VENDITE DI CIBO NEGLI USA (2) Accordi a cascata: Schneider ha promesso di sostituire il 10% del portfolio di Nestlé entro il 2021. I suoi accordi finora includono joint venture per i business Usa della carne e del gelato, l’acquisto del produttore di vitamine Atrium e una partecipazione nella catena di caffè Blue Bottle (3) Il potere delle piante: Nestlé ha acquisito Sweet Earth nel 2017 e l’anno scorso ha lanciato il suo Awesome Burger a base vegetale. L’azienda ha anche lanciato in Europa nel 2019 il Sensational Burger a base di proteine di soia (4) Ritorno all’acqua: Nestlé potrebbe mettere in stallo i marchi di acqua statunitensi come Poland Spring, ma sta raddoppiando su linee premium come Perrier e S. Pellegrino (5) Ridurre la plastica: Nestlé ha dovuto affrontare aspre critiche dai…

5 min.
i grandi marchi disertano le gare per la pa

TRECENTOMILA PEZZI in una unica gara a un prezzo massimo complessivo di 210 mln di euro e spiccioli. Un acquisto unico pari al 9% delle vendite di computer fissi sul mercato italiano che tuttavia viene disertata dai grandi marchi che pure sono presenti e operano in Italia, Acer, Dell, Hp e Lenovo che non si presentano né direttamente né attraverso le loro rappresentanze locali. Troppo strano per essere vero. E così la Guardia di Finanza ha ipotizzato una intesa ai danni della Consip, la centrale pubblica di acquisti che quella gara aveva indetto due anni fa, e ha mandato un alert all’Autorità garante per la concorrenza e il mercato che nel 2019 ha avviato immediatamente un’istruttoria, con tanto di perquisizioni e di interrogatori ai responsabili dei grandi marchi. La Guardia…

2 min.
è il momento delle leader donne

NELLA VITA E NELLA CARRIERA, non esiste miglior incoraggiamento di un esempio concreto. È questa la convinzione che ha spinto la banca illimity a lanciare l’iniziativa illimitHer, un programma di incontri per offrire a ragazze e giovani donne modelli a cui ispirarsi per intraprendere carriere al di fuori dei tracciati tradizionali, magari nelle STEM, cioè le materie scientifiche, che stereotipatamente vengono considerate appannaggio degli uomini. Niente di più falso, ed illimitHer, insieme a Stem in the City, vuole dimostrarlo con incontri con donne under 35, che si sono distinte nel loro percorso professionale. Dell’ecosistema illimitHer fa parte anche la comunità Mpw di Fortune. L’ultimo evento di illimitHer si è tenuto nel verde di BAM, la Biblioteca degli Alberi di Milano. Il ceo di illimity, Corrado Passera, ha rimarcato il senso…

4 min.
donne e startup, tanta strada da fare

L’OBIETTIVO È LA PARITÀ. Perché il gender gap esiste anche nel mondo dell’innovazione e delle startup. In Italia e all’estero. Stando ai dati ufficiali del Mise, solo il 13% del totale delle startup censite è a prevalenza femminile, con un 4% esclusivamente composto da donne. Secondo gli studi, le imprese fondate da donne hanno maggiori possibilità di crescita, ma ad oggi, ricevono il 50% in meno di investimenti. Per cercare di rimettere in equilibrio la bilancia è nata così, poco meno di due anni fa, all’ombra di Impact Hub Milano e di Axa assicurazioni, Angels4Women, la prima associazione di business angels donne (tra loro, tanto per citarne alcune, ci sono Veronica di Quattro, vicepresidente di Dazn, Anna Amati, vicepresidente di Meta Group, e Barbara Cominelli di Microsoft Italia) ma con…