ZINIO 商標
探索我的圖書館
Vogue Italia

Vogue Italia

Luglio 2021

Moda, beauty, cultura. E poi viaggi, design, architettura, cinema. E ancora personaggi, eventi, news e curiosità. Il mondo di VOGUE Italia. Internazionale ed esclusivo. E insieme a VOGUE Italia potrà apprezzare anche i suoi splendidi supplementi.

閱讀更多
國家/地區:
Italy
語言:
Italian
出版商:
Edizioni Condé Nast S.p.A.
頻率:
Monthly
優惠 3 numeri GRATIS con il tuo abbonamento!
$95
$636
15 期號

本期

2 最少
prima di cominciare

Scampa meravigliosamente entrambi i pericoli Io e Te, il racconto di Ivan Cotroneo che leggerete tra poche pagine. È il dialogo immaginario tra una madre e una figlia adolescente, i cui ruoli si confondono e le distanze scolorano nel procedere del tempo, che non è mai una linea retta («Tu per me sei la prova che il tempo non scorre solo in una direzione, ma che le età della vita esistono tutte insieme»), sensazione ben nota a ogni genitore. Sfumano una nell’altra, sulla copertina di questo mese, Monica Bellucci e la figlia Deva Cassel, fotografate assieme, per la prima volta, da Paolo Roversi. Il gesto di farsi da parte e lasciare i riflettori a Deva lo ha voluto Monica stessa. Diamogliene atto: fare spazio a chi viene dopo (una figlia, un…

2 最少
io e te

- No, non è così. È come se non solo il pensiero, ma anche la tua presenza mi avesse accompagnata da prima, da molto prima che nascessi. - Perché mi pensavi? - Sì, ma non solo. Perché eravamo noi ma eravamo già dentro qualcosa di molto più grande di noi. E poi mi succede un’altra cosa strana. - Quale? - Che non ti vedo mai solo come sei adesso. È come se insieme a te vedessi sempre la neonata nella culla, la bambina che correva per le stanze di casa, l’adolescente che si trasformava davanti allo specchio. Tu per me sei la prova che il tempo non scorre solo in una direzione, ma che le età della vita esistono tutte insieme. - Per me non è così. Tu per me sei sempre stata la stessa.…

3 最少
questa non è una fotografia di moda

Aveva ventisei anni Allen Frame, ed era un giovane entusiasta e ambizioso, quando, nel 1977, si trasferì a New York dal natio Mississippi. Fece rapidamente amicizia con un gruppo di artisti, scrittori e performer, molti dei quali, come lui, appena arrivati in città e, per usare le sue parole, continuò «a fare quello che facevo prima, fotografare il mio mondo di amici e di relazioni». Dal momento che New York in quegli anni era spesso sull’orlo della bancarotta, quel mondo poteva essere precario, ma la città costava poco ed era carica di eccitanti promesse. Nel descrivere la metropoli in un periodo molto precedente, il leggendario artista d’avanguardia Charles-Henri Ford ebbe a scrivere: «La cosa più straordinaria di New York era che avevi la sensazione che tutto fosse possibile, che poteva…

2 最少
l’incomprensione

Omissis sui nomi, ma la scena, svoltasi nella sala riunioni di un marchio blasonato, fu riferita da testimoni diretti, degni di ogni attendibilità. Il solito Ceo illuminato e tronfio, per certo appartenente alla generazione dei baby boomers – innocua, la dicitura è oggi sinonimo di matusalemme –, stratega di facili guadagni da ottenere così come fan tutti, prorompe protervo e ovvio davanti all’uditorio allibito nel corso dell’assemblea plenaria per definire la direzione luminosa del business futuro: «Ai millennial noi ci dobbiamo rivolgere, perché poi i millennial avranno dei figli, e anche quelli saranno millennial, e così i figli dei figli». Millenarismo senza limitismo, insomma. Nella sua esilarante mise en abyme intorno al sacro graal du moment, inafferrabile e pietrificante più d’un basilisco, l’episodio epitomizza la febbre teen che continua a…

4 最少
l’età delle opportunità

A un secolo di distanza si torna a parlare di “generazione perduta”. Il termine scelto da Ernest Hemingway in Festa mobile per descrivere chi avesse raggiunto la maggiore età durante il primo conflitto mondiale, è usato sempre più spesso per rappresentare il grave disagio psichico subito a causa della pandemia dalla cosiddetta generazione Z, piccoli e grandi adolescenti di ogni parte del mondo. Risparmiati dalle conseguenze fisiche del virus, bambini e ragazzini in età scolare sono stati dimenticati da governi e istituzioni: tra scuole chiuse, ostacoli nell’apprendimento a distanza, lontananza dai coetanei, negazione delle loro opportunità in ogni campo, si sono sentiti sacrificati per salvare gli altri. Il danno subito avrebbe inferto una ferita profonda alla loro vulnerabilità emotiva, comprovata dall’aumento – fino al 30% – dei ricoveri per l’aggravarsi…

7 最少
voi, secondo noi

Francesco Monico: I primi decenni del 21° secolo saranno ricordati per aver messo al centro della scena i teen agers. Tutti li cercano, la cultura per instaurare un dialogo, le aziende per metterli a contratto convinte che la giovinezza abbia molto da dire nel mercato. Giovane e adulto esprimono però un concetto più reciproco di quello che si pensi. Infatti l’adolescente è il presente dell’adulto (è il suo participio presente). Questa immagine ci disegna un individuo in due momenti, uno che non ha concluso la propria formazione e uno che lo ha fatto. Federico Campagna: Gli adolescenti sono la vita in transizione. A loro il compito di creare nuove idee sulla realtà, nuove narrazioni su cosa sia il “mondo” e come sia possibile abitarlo. Gli adulti, invece, incarnano un mondo già…